Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Aruba Cloud, servizi infrastrutturali self service da ambienti sicuri, performanti e affidabili

pittogramma Zerouno

Publiredazionale

Aruba Cloud, servizi infrastrutturali self service da ambienti sicuri, performanti e affidabili

Destinati a piccole realtà con un minimo di competenze tecniche, i servizi Aruba Cloud sono fruibili in modalità self service, attivabili con pochi click e consentono di usufruire di un’infrastruttura cloud altamente performante, con elevati standard di sicurezza e affidabile H24

19 Dic 2018

di Aruba

Il 95% delle imprese attive in Italia è composto da microimprese che, se come classe comprende fino a 10 addetti, occupano una media di 1,9 persone: molte di queste non sono completamente a digiuno di tecnologia e sanno perfettamente ciò di cui hanno bisogno, se non si tratta addirittura di piccole realtà che offrono servizi informatici a studi professionali o ad altre micro imprese.

Queste aziende conoscono quali sono i vantaggi di un’infrastruttura in cloud: sanno che poter fruire di un’Infrastruttura as a Service, con un abbonamento o al momento del bisogno, fornita da un cloud provider è più affidabile, più sicuro, più performante e più economico dell’utilizzo di un proprio data center in house.

I servizi di Aruba Cloud: economici e flessibili

È a questa tipologia di aziende che si rivolgono le offerte Cloud VPS e Cloud PRO di Aruba Cloud: “I clienti di questi servizi sono piccole aziende, prevalentemente IT, che possono sfruttare la potenza di macchine altamente performanti per offrire a loro volta servizi informatici ad altre piccole realtà oppure che, per le loro attività di sviluppo o quant’altro, necessitano di un’infrastruttura che singolarmente non potrebbero mai permettersi”, spiega Massimo Bandinelli, Marketing Manager Cloud & Data Center di Aruba.

I Cloud VPS (Virtual Private Server) di Aruba Cloud vengono attivati in modo semplice ed immediato all’interno dell’infrastruttura 100% cloud dell’azienda che garantisce un servizio di VPS hosting con server dagli elevati standard di prestazioni e di affidabilità. L’offerta Cloud VPS è caratterizzata da macchine preconfigurate secondo quattro taglie con caratteristiche tecniche crescenti, tutte basate su tecnologia VMware e con a bordo storage SSD.

Cloud PRO è invece un servizio di public cloud ridondato e le risorse dei Server Pro sono garantite, senza overbooking, né overselling; i server cloud PRO possono essere collegati tramite switch virtuali, gestire dei block/object storage in condivisione e hanno le risorse scalabili: in caso di necessità, l’utente può aumentare e diminuire le risorse di ciascun server, ad esempio per gestire picchi di traffico o carico in conseguenza di periodi particolari dell’anno; attraverso il pannello di configurazione del sito Aruba Cloud è possibile selezionare la quantità di risorse necessarie e visualizzare l’anteprima dei costi orari e mensili della singola macchina che viene creata.

“Quello che ci dice la nostra esperienza è che l’utilizzo dei diversi servizi è direttamente proporzionale al livello di maturità tecnica delle aziende: si parte infatti dal servizio più semplice, con macchine preconfigurate, Cloud VPS, per chi ha conoscenze tecniche più limitate per passare a Cloud PRO per chi ha competenze maggiori ed è in grado di configurare la macchina scegliendo le componenti in base alle specifiche esigenze. È un’offerta che esprime il massimo della sua convenienza proprio in questa erogazione in modalità self service – precisa Bandinelli – ma questo non esclude che siano disponibili servizi di supporto e consulenza. Questo è un punto di forza di Aruba. Sia in fase di migrazione sia nelle fasi successive, o in particolari momenti in cui si rende necessario effettuare scelte tecnologiche particolari, si possono richiedere i servizi di assistenza e supporto di Aruba”.

E dato che il target per questo tipo di servizi sono spesso aziende che “ne sanno” di tecnologia, qualche informazione tecnica sui data center Aruba aiuta a comprendere la solidità del provider cui si decide di affidarsi. “I nostri data center sono stati progettati per garantire la massima affidabilità: ridondanza di tutte le fonti di energia e dei sistemi di raffreddamento, massima sicurezza delle nostre strutture, ridondanza delle connessioni di rete e il massimo della professionalità dei nostri esperti”, spiega Bandinelli che ricorda come l’azienda collabori con i migliori vendor hardware e software: Dell per i server, EqualLogic e NetApp per lo storage, Cisco e Nexus per i dispositivi di rete.

Aruba è presente in Italia con 3 data center (e un quarto previsto nel 2020 a Roma) e poi in Francia, Repubblica Ceca, Germania, Regno Unito e Polonia: “La nostra rete fornisce anche un’eccellente connettività, non solo tra i nostri data center ma anche con la rete Internet globale. I nostri data center in nel sud Europa forniscono ai nostri clienti anche la migliore connettività disponibile sul mercato italiano nonché una linea dedicata verso l’Europa dell’Est”.

Aruba

Argomenti trattati

Aziende

Aruba

Approfondimenti

P
Pmi
P
Private Cloud
P
Public Cloud

Articolo 1 di 4