Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Taglio del nastro per il Microsoft Technology Center Italiano

pittogramma Zerouno

Taglio del nastro per il Microsoft Technology Center Italiano

06 Nov 2014

di Arianna Leonardi

A Peschiera Borromeo apre il nuovo polo tecnologico di casa Redmond per consentire a clienti e partner di “toccare con mano” l’innovazione, simulando l’impatto del digital sull’esperienza quotidiana e professionale. Fari puntati su applicazioni cloud, mobile, big data e social.

MILANO – Come possono le nuove tecnologie trasformare il nostro modo di vivere e lavorare? Quali applicazioni e business model prendono avvio dalla trasformazione digitale? Quali mondi futuribili è lecito immaginare e come cogliere le opportunità? Che l’It stia impattando in modo rivoluzionario qualsiasi attività quotidiana e professionale è un dato sotto gli occhi di tutti; ben diverso è sapere intuire e sfruttare le potenzialità della digital disruption a favore del business aziendale.

Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia

Lo scopo del Microsoft Technology Center, inaugurato lo scorso 25 settembre presso la sede di Peschiera Borromeo (Milano), ultimo di trentasette poli d’eccellenza analoghi che casa Redmond ha sparsi per il mondo, è proprio questo: promuovere la digitalizzazione delle imprese italiane, offrendo un luogo per la condivisione di esperienze e scenari simulati d’innovazione, dove è possibile “toccare con mano” applicazioni It d’avanguardia, con un focus particolare su mobility, cloud computing, big data e social enterprise. Qui, con la collaborazione dei partner, verranno erogate formazione e consulenza one-to-one o per piccoli gruppi, con l’obiettivo di coinvolgere in un anno oltre 500 imprese e più di 2.000 decisori aziendali (Ceo, responsabili marketing, Cfo, direttori Hr).

“Competitività e innovazione – afferma Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, al taglio del nastro – sono strettamente correlate: non a caso, a investimenti Ict italiani inferiori alla media europea corrisponde la collocazione del Paese al 49° posto nel Global Competitiveness Index. L’ultimo Rapporto Assinform  ha però registrato segnali incoraggianti: i nuovi trend Ict iniziano a decollare con un positivo effetto moltiplicatore (si pensi al cloud in crescita del 32%). In questo contesto, conta la capacità di sviluppare un ecosistema digitale e con il nuovo centro intendiamo continuare, insieme ai partner, l’impegno nel promuovere la digitalizzazione del Paese”.

Tiziana Olivieri, Direttore della Divisione Enterprise e Partner di Microsoft Italia

Il centro punta su un percorso esperienziale e, già a partire dall’area di accoglienza, i visitatori potranno interagire con molteplici soluzioni di Microsoft, Nokia e vari Oem / partner. Le attività avranno luogo in tre ambienti: la Briefing Suite ospiterà incontri strategici e di business; la Immersion Suite permetterà di sperimentare concretamente ambienti tecnologici diversi e di partecipare a sessioni pratiche sugli scenari Productivity (SharePoint, Lync, Yammer, Dynamics Crm), Infrastruttura Cloud (Windows Server, System Center, Azure) ed Enterprise Mobility (app e loro gestione); l’Envisioning Center sarà teatro di simulazioni relative a contesti di mobilità e industriali.

“Siamo sicuri – commenta Tiziana Olivieri, Direttore della Divisione Enterprise e Partner di Microsoft Italia, ricordando l’impegno della corporation verso la trasformazione digitale come driver di efficienza e nuovi modelli di business – che il nostro percorso esperienziale possa agire da generatore di idee e mettere in moto un sano spirito d’innovazione a tutti livelli dell’organizzazione. Con questa iniziativa desideriamo aiutare le aziende italiane a definire la propria agenda digitale e ad essere motore di sviluppo per il Paese”.

Arianna Leonardi

Articolo 1 di 5