Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Talentia Software: un unico brand per unire al Cpm la gestione Hr

pittogramma Zerouno

Talentia Software: un unico brand per unire al Cpm la gestione Hr

10 Dic 2013

di Valentina Bucci

In occasione della recente Talentia Customer Conference 2013 abbiamo intervistato Marco Bossi, Country Manager di Talentia Italia, per approfondire la strategia di questa società che abbina all’offerta in campo Cpm soluzioni legate all’area della gestione strategica delle risorse umane, per un management a 360°.

Nata a febbraio 2013 dall’acquisizione di Cezanne Software da parte di Lefebvre Software e dalla successiva fusione delle due società, Talentia Software (gruppo indipendente francese, 3700 clienti principalmente in Europa) è una realtà in grado di proporre soluzioni su un duplice fronte: al tradizionale business di Lefebvre, i prodotti per il Corporate Performance Management (Cpm), si aggiungono ora le soluzioni di Human Capital Management (Hcm). “In questi anni abbiamo portato avanti una serie di acquisizioni volte ad arricchire il nostro portfolio tecnologico e le nostre competenze e ne faremo altre, una forse già alla fine del 2013 – commenta Marco Bossi, Country Manager di Talentia Italia (stesso ruolo che aveva in Lefevre), che ha seguito le evoluzioni aziendali -. Abbiamo avuto una crescita esponenziale e ora ha inizio un processo di internazionalizzazione che ci permetterà di ottimizzare le risorse e potenziare il nostro sviluppo”. A questo proposito il manager spiega: “Ci siamo strutturati internamente: le 4 sedi di R&s (Marsiglia, Parigi, Londra e Bari), diversamente specializzate, fanno però capo a un unico management; questo crea sinergie dal grande potenziale, poiché le innovazioni possono essere sfruttate su più fronti”. L’offerta in campo Hr, come spiega Bossi, copre tutti i processi di gestione strategica: dati anagrafici dei dipendenti, valutazione delle performance, politiche retributive, pianificazione delle carriere, selezione, formazione e Hr Analytics.

Marco Bossi, Country Manager di Talentia Italia

Tra i prodotti di punta, il modulo dedicato alla gestione delle performance, anche se si registra un aumento delle richieste relative a soluzioni per la gestione dei curricula: “Sembra strano in questo momento di crisi – commenta Bossi -, ma forse è perché le aziende ricevono moltissimi curricula e hanno bisogno di strumenti dedicati per selezionarli”. Il country manager aggiunge che per il 2014 Talentia sta valutando l’opportunità di integrare soluzioni di Enterprise Social Networking all’interno dell’offerta Hr, focalizzandosi sul concetto di ‘community di interesse’ a cui poter aderire in modo spontaneo o istituzionale (tra le funzioni la condivisione di documenti, di informazioni sulle competenze del personale interno, la promozione di nuove idee).

Apertura ai social dunque da un lato, e dall’altro, sempre in linea con i trend in atto, completa disponibilità di tutte le soluzioni, sia Hcm che Cpm, anche in versione Saas: “Trecento dei 500 clienti italiani hanno scelto il cloud – spiega Bossi -. La maggioranza dell’area Hr, perché si preferisce non tenere internamente dati sensibili relativi al personale”. Sul piano della mobility sarà pronta nel 2014 l’interfaccia mobile per gli applicativi relativi alla gestione Hr, “ma grazie al know how acquisito – aggiunge Bossi – sarà facile adeguare la stessa tecnologia agli applicativi Cpm”.  

Durante l’evento è stata presentata la nuova versione 6.4 di Talentia Cpm, che si arricchisce di e-Collect, il nuovo modulo Web di interfaccia e audit della contabilità che permette di automatizzare, direttamente online, le procedure di raccolta, mappatura, trasformazione e caricamento dei dati dai diversi sistemi gestionali operativi in azienda. Un altro passo nello sviluppo della soluzione che, come sottolinea Bossi, ritrova il proprio valore differenziale nella capacità di “integrare funzionalità di reporting, budgeting, pianificazione e bilancio consolidato”.

Valentina Bucci
Giornalista

Giornalista pubblicista, per ZeroUno scrive dei cambiamenti che la digitalizzazione sta imponendo alle imprese sul piano tecnologico, organizzativo, culturale e segue in particolare i temi: Sicurezza Informatica, Smart Working, Collaboration, Big data, Iot. Master in Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza (Università di Ferrara), laurea specialistica in Culture Moderne Comparate (Università di Bergamo).

Articolo 1 di 3