Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Sas Administrator: tecniche di analisi e tecniche … di business

pittogramma Zerouno

Sas Administrator: tecniche di analisi e tecniche … di business

09 Giu 2011

di Nicoletta Boldrini

Nasce una nuova figura, il Sas Administrator, con skill tecnici ma visione di business. “È una di quelle nuove figure che, per ora, ha un ruolo tecnico, ma a tendere sarà sempre più perno collante tra il dipartimento It e le line of business, soprattutto quelle che dalle business analytics traggono vantaggi decisivi nelle scelte strategiche”, dice Margherita Albrizio, Technical Customer Support Manager di Sas.

Negli ultimi anni è andata sempre più rafforzandosi una nuova figura all’interno delle aziende che utilizzano le tecnologie di intelligence di Sas. Si tratta del Sas Administrator, una figura professionale che sta assumendo un ruolo sempre più determinante e strategico per la buona riuscita di progetti di Business Intelligence e Business Analytics in azienda. ZeroUno ne ha parlato con Margherita Albrizio, Technical Customer Support Manager di Sas a capo della struttura che si occupa di assistenza tecnica e gestione della community dedicata ai Sas Administrator, nata qualche anno fa.
La top manager esordisce sottolineando quanto questo nuovo ruolo sia importante all’interno delle organizzazioni e, soprattutto, dei “nuovi” dipartimenti It, quelli cioè che stanno evolvendo verso una nuova struttura, più flessibile e più in linea con le strategie e le dinamiche competitive del business.
“La figura del Sas Administrator, benché in questo momento parliamo ancora di uno skill di taglio tecnico, rappresenta un collegamento determinante tra business e It”, osserva Albrizio. “Si tratta, infatti, di un ruolo molto importante all’interno dei progetti di Business Intelligence e Business Analytics; il Sas Administrator, in particolare, partecipa a questi progetti assicurando che le necessità applicative si integrino con le politiche It in materia di infrastrutture e sicurezza. È naturale, dunque, che debba trattarsi di una persona con competenze tecniche molto approfondite, dato che deve essere in grado di capire come “calare” le richieste di analisi all’interno del contesto architetturale esistente ed, eventualmente, come questo strato tecnologico possa adeguarsi o essere rivisto in funzione delle esigenze legate alle Business Analytics”.
Un ruolo tecnico, certamente, ma, dato che deve comprendere le necessità di chi deve fare analisi in azienda (per poi far sì che queste vengano “tradotte” in applicazioni analitiche efficienti e funzionanti con lo strato tecnologico sottostante), si tratta, come dicevamo, di una figura che dovrà sempre più affinare “tecniche di business”, ossia di interpretazione della domanda e di modellazione/disegno delle strategie attuative per dare risposte di valore al business.
“Il Sas Administrator, inoltre, garantisce la corretta disponibilità delle applicazioni di Business Intelligence e Business Analytics attraverso il monitoraggio dello stato di buon funzionamento delle componenti software che costituiscono l’architettura, nonché con interventi e correzioni alla configurazione e al software a fronte di eventi quali malfunzionamenti o aumento dei dati o dell’utilizzo delle applicazioni da parte di utenti finali”, aggiunge Albrizio.
E proprio perché si sta parlando di una figura nuova, che sta tuttavia assumendo sempre maggiore importanza, Sas si è fatta promotrice di una serie di iniziative volte a facilitarne la crescita. “Tra le iniziative adottate di recente – descrive la manager di Sas – cito un percorso formativo di cinque giorni presso le nostre sedi; percorso al termine del quale si ottiene la certificazione individuale del ruolo di Sas Certified Platform Administrator 9”.
Per aiutare le figure aziendali a raggiungere questo ruolo, di fatto, Sas ha collaborato attivamente con le aziende clienti cercando di capire, direttamente sul campo, quali fossero le esigenze e gli obiettivi da indirizzare attraverso questa nuova figura. “Il tutto è nato – osserva Albrizio – proprio dal contatto con le aziende che ci ha permesso di capire che figure di questo tipo esistevano già, o stavano delineandosi, proprio in virtù delle nuove esigenze del business e dei nuovi contesti economici in cui operano che, di fatto, stanno avendo un impatto diretto e dirompente sui dipartimenti It”.
“Il nostro obiettivo è quello di formare e seguire nel tempo figure di eccellenza capaci di ottenere il massimo vantaggio strategico e operativo dall’uso della Business Intelligence e dei Business Analytics – conclude Albrizio –. Le iniziative messe in campo facilitano il ruolo del Sas Administrator e forniscono strumenti e supporto costante per ottenere il massimo valore e Roi dalle nostre soluzioni. In particolare, affianchiamo il Sas Administrator nell’integrazione del nostro framework e delle nostre soluzioni nei sistemi già presenti in azienda, per minimizzare l’impatto e facilitare il delivery”.

Nicoletta Boldrini

Giornalista

Articolo 1 di 5