Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Business One e Sap Hana, leve di crescita per le PMI

pittogramma Zerouno

Business One e Sap Hana, leve di crescita per le PMI

31 Lug 2015

di Riccardo Cervelli

Una giornata dedicata al gestionale e ai suoi vantaggi derivanti dall’integrazione con il database in-memory Sap Hana. Una proposta indirizzata soprattutto alle imprese che vogliono crescere cogliendo le opportunità derivanti dall’IoT, dai social e dall’internazionalizzazione. E che ha conquistato anche le Winx

Adriano Ceccherini, General Business Director Sap Italia

MONZA – L’autodromo di Monza come contesto simbolico più adatto. Sap Italia ha fatto questa scelta per un evento dedicato all’ultima versione di Business One, la sua piattaforma Erp rivolta al mercato delle Pmi e alle business unit di grandi organizzazioni. L’happening è stato anche l’occasione per presentare Adriano Ceccherini, neo General Business Director Sap Italia, fino a maggio nella scuderia di Oracle Italia, come responsabile vendite Crm, e prima ancora in Siebel ed Elsag.

Fra i protagonisti della giornata, insieme a Sap Business One 9.1, la piattaforma database in-memory Sap Hana, l’Internet of Things, le analytics, i social media e le speranze dell’economia italiana, in particolare delle sue Pmi che guardano all’innovazione e all’internazionalizzazione. “Tutti fattori – secondo Luis Murguia, Senior Vice President and General Manager Business One, che concorrono a creare una tempesta perfetta”, ovviamente per l’Erp rivolto allo small and medium business della casa tedesca. “Business One – sottolinea l’executive di Sap – oggi è in grado di garantire un tempo di risposta di un secondo a fronte di 500 utenti contemporanei”.

Luis Murguia, Senior Vice President and General Manager Business One

Appoggiato su Sap Hana, Business One 9.1 permette di dispiegare al massimo le sue funzionalità di predictive analytics, “un’attività – sostiene Murguia – che non può più essere disdegnata dalle aziende di piccole e medie dimensioni, il cui successo dipenderà sempre di più da un ottimale sfruttamento delle opportunità offerte dallo IoT, dai social network, dalla mobility, dalla globalizzazione del business”. Cruciali, per elevare il vantaggio competitivo di Business One rispetto ad altri Erp concorrenti, anche la velocità d’installazione, la rapidità di apprendimento, l’intuitività dell’interfaccia utente. E, last but not least, la possibilità di essere fruito on-premise, come Software-as-a-Service, o in ambiente hybrid cloud. “In passato – conclude il Senior Vice President and General Manager Business One – questo Erp veniva implementato principalmente on-premise. Nel 2014 il 90% dei nuovi clienti Usa e più del 70% di quelli europei hanno optato per l’erogazione via cloud. Fra i nostri service provider principali spicca Amazon”.

Tra i clienti italiani più prestigiosi, invece, brilla Rainbow, la società di animazione e di produzione marchigiana fondata vent’anni fa da Iginio Straffi, cui si deve l’invenzione di fenomeni di successo come la mascotte di Gardaland, Prezzemolo, e le fatine Winx. Una Pmi diventata negli ultimi anni una multinazionale dell’entertainment, che vede anche l’americana Viacom nel proprio azionariato. Rainbow ha recentemente compiuto una migrazione da un ambiente gestionale legacy Acg/iSeries (ex Ibm As/400). “In Italia – ha dichiarato Ceccherini – i clienti Pmi di Sap sono oltre 4.000. Di questi, 2.000 utilizzano Business One. Dall’inizio della crisi nel 2008, il business italiano di questo Erp ha continuato a crescere ed è tuttora il nostro prodotto che mostra i maggiori tassi di aumento di fatturato”.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 4