Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Case historyPA: il Comune di Padova sceglie NetApp per la Business Continuity

pittogramma Zerouno

News

Case historyPA: il Comune di Padova sceglie NetApp per la Business Continuity

07 Mar 2017

di Redazione

“Migrazione dei dati veloce e senza interruzione dei servizi erogati anche online, business continuity per salvaguardare i dati cruciali e scalabilità”. Queste le esigenze espresse da Alberto Corò, Dirigente Capo Settore dei Servizi Informatici e Telematici del Comune di Padova, che aveva la necessità di rinnovare lo storage aziendale ormai giunto alla fine del proprio ciclo di vita. L’intervento, mediante la scelta delle tecnologie NetApp, si è rivelata anche opportunità per creare un’infrastruttura più affidabile e sicura, capace di dare continuità ai servizi It per la gestione dei dati aziendali più critici, in particolare per quelli gestiti tramite il database Oracle. “La nuova soluzione ci garantisce una notevole flessibilità operativa: in base alle esigenze di spazio, si possono modificare i volumi in tempo reale (aumento o decremento) fornendo a ogni singola applicazione quanto necessario in modo totalmente ottimizzato”, spiega Corò. “La parallelizzazione dei controller dà la possibilità di gestire le Storage Virtual Machine con performance sempre ottimali, affidando la gestione al controller con meno carico e quindi più veloce”.

“Migrazione dei dati veloce e senza interruzione dei servizi erogati anche online, business continuity per salvaguardare i dati cruciali e scalabilità”. Queste le esigenze espresse da Alberto Corò, Dirigente Capo Settore dei Servizi Informatici e Telematici del Comune di Padova, che aveva la necessità di rinnovare lo storage aziendale ormai giunto alla fine del proprio ciclo di vita. L’intervento, mediante la scelta delle tecnologie NetApp, si è rivelata anche opportunità per creare un’infrastruttura più affidabile e sicura, capace di dare continuità ai servizi It per la gestione dei dati aziendali più critici, in particolare per quelli gestiti tramite il database Oracle. “La nuova soluzione ci garantisce una notevole flessibilità operativa: in base alle esigenze di spazio, si possono modificare i volumi in tempo reale (aumento o decremento) fornendo a ogni singola applicazione quanto necessario in modo totalmente ottimizzato”, spiega Corò. “La parallelizzazione dei controller dà la possibilità di gestire le Storage Virtual Machine con performance sempre ottimali, affidando la gestione al controller con meno carico e quindi più veloce”. Maggiori informazioni >>

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Articolo 1 di 5