Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Un laboratorio per testare i benefici del cloud

pittogramma Zerouno

Un laboratorio per testare i benefici del cloud

05 Feb 2013

di Nicoletta Boldrini

Al via il Cloud Lab realizzato grazie alla collaborazione tra CA Technologies, Fujitsu Technology Solutions e Intel. Le competenze e le tecnologie dei tre player hanno permesso la creazione di un laboratorio dedicato al cloud dove testare un’infrastruttura “chiavi in mano”

Perché il cloud non resti nella lista ‘delle buone intenzioni’ è fondamentale per le imprese toccare con mano le reali opportunità e i benefici che se ne possono cogliere. Con questo spirito nasce il Cloud Lab, un laboratorio con aree demo ideato da Ca Technologies insieme a Fujitsu Technology Solutions e Intel.

Ospitato presso la sede di Ca a Basiglio/Milano 3 (alle porte di Milano), il laboratorio nasce con l’obiettivo di consentire sia alle aziende utenti sia ai service provider di capire e testare, attraverso vere e proprie demo live, i benefici di un’infrastruttura cloud in termini sia di risparmio di costi, sia di semplificazione gestionale e minor complessità operativa e tecnologica.

I tre big vendor, nello specifico, hanno realizzato una vera infrastruttura cloud per creare su macchine fisiche un ambiente virtualizzato (con le tecnologie Fujitsu e Intel), e dunque per poter testare l’impatto di specifiche applicazioni di business su un ambiente di questo tipo. L’infrastruttura creata consente di testare specifiche applicazioni di business su un ambiente cloud. Il cuore del laboratorio è la soluzione Ca App Logic, una piattaforma software finalizzata alla creazione, distribuzione, gestione e replica delle applicazioni nell’ambiente infrastrutturale cloud presente nel laboratorio.

Gianpaolo Sticotti, Channel Sales Director Growth Market per la divisione Data Management e Nimsoft di Ca Technologies

E su cloud e virtualizzazione le novità in casa Ca Technologies non si arrestano; in particolare, spiega Gianpaolo Sticotti, Channel Sales Director Growth Market per la divisione Data Management e Nimsoft della società italiana: “Abbiamo annunciato nello scorso autunno la nuova famiglia di prodotti ARCserve per la protezione e il ripristino di sistemi fisici e virtuali, applicazioni e dati che risiedono onsite, offsite e in cloud. Il valore di queste tecnologie sta nella possibilità di accedere a funzionalità complete di backup, disaster recovery e business continuity attraverso un’unica soluzione di facile valutazione, acquisto, implementazione e gestione”, spiega Sticotti.  Ma c’è anche un’altra ‘categoria’ cui Ca Technologies guarda con interesse: “La famiglia ARCserve rappresenta la soluzione ideale per rivenditori, Var e system integrator che vogliono sviluppare nuove opportunità di business proprio nell’ambito del disaster recovery, magari anche attraverso il modello cloud, offrendo quindi servizi di public cloud alle imprese”, conclude Sticotti. “La soluzione, per altro, comprende funzionalità specifiche per la protezione, il ripristino e la disponibilità di server virtuali e fisici mediante funzioni ad hoc che utilizzano la potenza della virtualizzazione per semplificare, per esempio, i processi legati al rispetto e il controllo degli Sla, nonché dei tempi di ripristino, pattuiti con la propria clientela”.

Nicoletta Boldrini

Giornalista

Articolo 1 di 7