Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Una piattaforma as a service per l’analisi delle fatture energetiche

pittogramma Zerouno

Una piattaforma as a service per l’analisi delle fatture energetiche

06 Dic 2016

di Valentina Bucci

Una soluzione in grado di dematerializzare e analizzare in modo automatico le fatture energetiche per ottimizzare i consumi. Erogata in modalità SaaS, la piattaforma consente alle imprese di comprendere con chiarezza qual è il consumo energetico per ogni sito o punto vendita aziendale verificando nel contempo la correttezza delle bollette

Energy Data Validation (Edv) è una piattaforma software web-based, erogata in modalità Saas, in grado di dematerializzare e analizzare in maniera automatica le fatture energetiche relative alle utenze di energia elettrica, gas e acqua. La soluzione è stata sviluppata da Bisy, startup fondata nel 2012, spin-off dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia; ce ne parla meglio Federico Stradi, Ceo, Bisy: “La prima operazione svolta dalla piattaforma è l’acquisizione dei dati dalla bolletta, che può essere letta dal sistema sia in formato vettoriale che raster (formato generalmente prodotto dalla scansione della bolletta cartacea). Una volta acquisiti questi dati la piattaforma li analizza, li aggrega e li propone all’utente grazie a una intuitiva interfaccia web tramite la quale l’azienda può verificare in maniera chiara e semplice quanto consuma e quanto spende per ogni singolo sito aziendale”. Aggiungiamo a questa prima descrizione che: (1) i sistemi riescono a fare questi calcoli tenendo conto di stime, conguagli e acconti riportati nella bolletta; (2) la piattaforma permette di controllare se le bollette elaborate non contengono errori, ovvero se il fornitore ha applicato le condizioni contrattuali stabilite e le tariffe dell’Aeeg corrette (Aeeg, Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, stabilisce leggi e regolamenti che disciplinano il settore energetico); (3) l’utente può esportare i dati elaborati creando dei report personalizzati, ma può anche scegliere di integrarli direttamente con il proprio gestionale o con altri sistemi presenti in azienda.

Figura 1 – EDV: Una piattaforma Saas per la gestione dei flussi di energia

Ha sfruttato questa seconda possibilità Coop Alleanza 3.0 Soc. Coop. che, come spiega Stradi, “grazie a Edv è riuscita ad automatizzare il ciclo passivo [insieme di azioni che l’azienda intrattiene coi fornitori – ndr] delle bollette in maniera completa: la bolletta viene caricata sul sistema, viene verificata e, se risulta corretta, viene archiviata nel gestore documentale e registrata in contabilità direttamente nella sezione dei pagamenti”.

È in corso di sviluppo un’ulteriore evoluzione della soluzione che porterà all’introduzione di una mobile app per fotografare la bolletta e inviarla direttamente alla piattaforma.

Sul piano tecnologico ricordiamo che il sistema è stato scritto in Java utilizzando moderne tecnologie open-source ed è costituito da 3 moduli principali:

  1. Edv Extractor: permette di dematerializzare tutti i dati presenti all’interno della bolletta, dai consumi globali alle singole voci di dettaglio, ed è in grado di trattare anche fatture multisito.
  2. Edv Verifier: permette all’utente di verificare la qualità dei dati dematerializzati e intervenire dove il sistema non ha interpretato correttamente un dato (per esempio a causa della qualità scadente della scansione).
  3. Edv Portal: attraverso cui l’utente può interrogare i dati estratti, consultare i dati energetici di ciascun sito e verificare eventuali errori del fornitore in fase di fatturazione [Figura 1].

A questi moduli ne va aggiunto un quarto integrativo, non presente nella versione base della soluzione, “Edv Mon”: permette, per i clienti che ne sono provvisti, di confrontare i consumi fatturati dal fornitore di energia con le informazioni relative ai consumi provenienti da un sistema di monitoraggio installato sul campo.

Grazie alla virtualizzazione tempo risparmiato e meno errori

Federico Stradi, Ceo, Bisy

Un sistema come quello descritto può supportare:

  1. l’Energy Manager di una Gdo che ha la necessità di capire quanto costa e consuma a livello energetico ogni punto vendita, ma per farlo, senza un sistema automatizzato, dovrebbe analizzare manualmente migliaia di bollette;
  2. il responsabile amministrativo di una grande azienda che vuole verificare se le bollette di energia che paga sono corrette e che deve gestire, con grande spreco di tempo, l’inserimento manuale delle stesse nel gestionale di contabilità per emettere il pagamento;
  3. il gestore di un’azienda di consulenza energetica che eroga un servizio di controllo bollette, un’attività che senza uno strumento software di supporto può risultare onerosa e soggetta a elevate percentuali di errori.

“Abbiamo due tipologie di potenziali clienti – spiega Stradi commentando questi diversi scenari d’uso – C’è chi utilizza la piattaforma applicandola alla propria realtà aziendale [sfruttando i vantaggi della dematerializzazione in termini di risparmio di tempo per attività quali l’inserimento delle bollette nel gestionale e la verifica delle stesse per rintracciare eventuali errori – ndr], e ci sono invece società di consulenza che analizzano le fatture energetiche di terzi e che spesso svolgono questa attività ancora manualmente”: questa seconda categoria di clienti, per cui l’attività di analisi descritta fa parte del proprio core-business, sfruttando Edv nelle attività quotidiane, può diventare decisamente più competitiva sul mercato. I destinatari della soluzione sono dunque realtà multisito appartenenti ai settori della Gdo, bancario, assicurativo, Pa, Retail & Consumer, ma anche aziende di servizi come EsCO (Energy Service Company), associazioni di categoria, società di consulenza energetica e cost-control esternalizzato.

Completezza, facilità d’uso, versatilità

Esistono sul mercato alcune soluzioni concorrenti, ma secondo Stradi, “Edv si differenza delle altre perché: (1) consente, anche a partire dalla scansione di una bolletta cartacea, un’estrazione completa di tutti i dati presenti all’interno della bolletta stessa (compresi, per esempio, quelli che indicano il sito di riferimento in una bolletta multisito), e non solo quelli strettamente relativi ai consumi del periodo di riferimento; (2) è facile da utilizzare: l’utente deve solo fare l’upload delle fatture, gli altri processi avvengono automaticamente; (3) è versatile in quanto può essere integrata facilmente coi sistemi software del cliente (es. software documentale, gestionale energetico, sistemi di monitoraggio).

Presentato da Bisy

Implementato presso Coop Alleanza 3.0 Soc. Coop.

Per vedere tutti i dettagli del progetto vai sul sito Digital360 Awards

Valentina Bucci
Giornalista

Giornalista pubblicista, per ZeroUno scrive dei cambiamenti che la digitalizzazione sta imponendo alle imprese sul piano tecnologico, organizzativo, culturale e segue in particolare i temi: Sicurezza Informatica, Smart Working, Collaboration, Big data, Iot. Master in Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza (Università di Ferrara), laurea specialistica in Culture Moderne Comparate (Università di Bergamo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2