Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Talentia Software, nuove strategia di canale e piattaforma cloud per le soluzioni Cpm e Hcm

pittogramma Zerouno

Talentia Software, nuove strategia di canale e piattaforma cloud per le soluzioni Cpm e Hcm

10 Dic 2015

di Cristina Mazzani

Una vendita diretta, ma anche un canale indiretto specificatamente formato nell’assistenza tecnica e nella conoscenza del mercato delle aziende clienti: è il modello di go to market di Talentia Software che punta ad arricchire la propria rete di vendita concentrandosi sulla formazione. E intanto spinge sul cloud pur mantenendo un’offerta on premise delle soluzioni Cpm-Corporate performance management e Hcm-Human capital management

La strategia di Talentia Software si fonda sulla consapevolezza che i clienti vogliono scegliere tra soluzioni in cloud e l'acquisto della licenza software.

Il fornitore di prodotti per la gestione economica e finanziaria (CPM-Corporate performance management) e per quella del capitale umano (HCM-Human capital management) ha rinnovato la propria strategia di canale e ristrutturato la propria offerta creando una piattaforma cloud, da affiancare alla vendita delle proprie soluzioni in modalità on premise.

Marco Bossi, Managing Director di Talentia Software

“Da quest'anno – ha spiegato Marco Bossi, Managing Director di Talentia Software – abbiamo un’unica piattaforma cloud, certificata a livello europeo, per veicolare l'intera nostra offerta ai clienti; una piattaforma in cui, tra l'altro, possiamo creare ambienti privati per realizzare personalizzazioni a seconda delle diverse esigenze. Al momento in Italia abbiamo un centinaio di clienti che utilizzano le nostre soluzioni, soprattutto Hcm, in cloud, ma credo che nel breve futuro il loro numero aumenterà. Diverso è il discorso, invece, in relazione all'area Cpm dove si riscontrano maggiori reticenze. Il nostro centro di R&D di Bari (che si affianca a quelli di Marsiglia e Parigi, oltre agli sviluppatori siti a Londra e ad Atene), sempre in crescita dal punto di vista delle risorse umane dedicate, si occupa proprio dell'evoluzione dell'offerta cloud per tutto il gruppo. Ne siamo molto orgogliosi: sta facendo un ottimo lavoro sia in termini di nuove funzionalità e migliorie, sia dal punto di vista della risposta alle necessità segnalate”.

L'azienda ha svolto alcune indagini sui propri clienti – circa 3.700 in tutto il mondo ma principalmente in Europa – riscontrando che ormai circa il 75% ha una applicazione Saas, ma solo il 20% ha una strategia vera e propria di sviluppo cloud; d'altra parte, circa il 75% di coloro che decidono di andare sulla nuvola si aspetta rapidissimi tempi di implementazione. Gli ostacoli all'adozione, invece, continuano a essere la sicurezza e la trasparenza del servizio.

Talentia ha innovato anche la propria strategia per i partner. A partire dal primo gennaio 2016 sarà attiva la nuova struttura europea per la gestione e lo sviluppo della vendita indiretta attraverso canale.

“Anche per l'Italia – ha spiegato Bossi – abbiamo già pronta l'organizzazione che seguirà i nostri interlocutori commerciali. Attualmente, accanto ai più piccoli, vi sono due distributori principali (Adp le soluzioni Hcm e Formula per il Cpm) che lavorano affiancandosi e supportando una importante rete di partner e integratori. Con l'anno nuovo vogliamo arricchire tale rete e concentrarci sempre più sulla formazione delle singole realtà. La nostra politica commerciale si basa sia sulla vendita diretta sia sull'indiretta ed è importantissimo che quest'ultima sia autonoma e preparata sul mercato, anche dal punto di vista dell'assistenza tecnica, in modo da rappresentarci al meglio. Il nostro compito prevede infatti l'interfacciarsi con diverse linee di business all'interno delle aziende clienti e una profonda conoscenza delle tematiche che vengono toccate”.

Cristina Mazzani
Giornalista

Giornalista dal 1996, si è sempre occupata di tematiche tecnologiche, scrivendo per riviste dedicate al mondo B2B e al canale di distribuzione Ict. In alcuni periodi ha affiancato a questa attività collaborazioni per quotidiani e testate attivi in altri settori. Dal 2013 lavora con ZeroUno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 4