Processi ottimizzati e automatizzati, come fare con BePeople

pittogramma Zerouno

Digital360 Awards

Processi ottimizzati e automatizzati, come fare con BePeople

Trasformare i dati grezzi in informazioni strutturate e utilizzabili: questo il compito della piattaforma realizzata da OperaLogica

13 Set 2022

di Redazione

BePeople (titolo del progetto risultato finalista ai Digital Awards 2022 per la categoria Machine Learning e Intelligenza Artificiale) è la Digital Intelligence Platform realizzata da OperaLogica. La soluzione è stata pensata per ottimizzare qualsiasi attività aziendale grazie all’intelligenza artificiale applicata alla trasformazione di dati grezzi in informazioni strutturate e utilizzabili.

Perché utilizzare BePeople?

La piattaforma BePeople nasce per favorire e promuovere l’uso della conoscenza aziendale. È stata sviluppata per risolvere una serie di criticità che si presentano nei contesti lavorativi rallentando i processi. Per esempio, serve a evitare la consultazione ripetuta dei molteplici applicativi presenti in azienda. Non solo, vuole far fronte alle seguenti difficoltà di data management.

Le informazioni sono spesso duplicate o frammentate e la condivisione con i differenti reparti genera errori e aumenta il rischio di dispersione del dato. Recuperare le informazioni è dunque difficoltoso. Per avere accesso ai dati di cui si ha bisogno si devono attraversare spazi e ambienti virtuali rappresentati da filtri, menù a tendina, cartelle e fogli di calcolo. La ricerca di un singolo dato può risultare complicata all’interno del gestionale, del CRM o altro.

Spesso si hanno problemi nel districarsi tra i dati se è presente una sorta di “motore di ricerca” che non segue le logiche di ricerca umana e che non è centrato sul ruolo del singolo individuo, ma su meccaniche comuni implementate di default nelle piattaforme. La mancanza del Natural Language Processing aumenta la frustrazione e il rischio di incorrere in previsioni errate di dati e report.

Capita poi di frequente che le dashboard aziendali siano statiche e laboriose da creare. Organizzare bene le informazioni significa, invece, permettere di visualizzare con chiarezza dati e grafici e di condividerli con altri collaboratori. Non avere una esperienza utente personalizzabile ma standardizzata e confrontarsi con un’interfaccia confusa non agevola la produttività. In sostanza, la possibilità di perdere informazioni utili oppure di ritrovarsi con dati superflui o non aggiornati diventa un rischio concreto che minaccia la buona riuscita dei progetti.

In tutte queste situazioni risulta immediatamente evidente quanto sono utili flessibilità e customizzazione delle scrivanie di lavoro e un ambiente di gestione dei dati human centered.

4 passi per realizzare il progetto BePeople

Il primo step riguarda l’assesment durante il quale si tende a capire il livello di innovazione dell’azienda. Sicuramente l’utente finale infatti sta utilizzando degli strumenti digitali, ma bisogna capire quanto sono performanti.

Secondariamente, si scoprono quali sono i problemi, i punti deboli da migliorare, cosa rallenta le attività all’interno del flusso del business. Focalizzare le lacune è il primo passo per risolverli e potenziarli con la Digital Intelligence Platform.

A questo punto sarà più semplice costruire le linee guida per introdurre l’innovazione in azienda secondo una roadmap personalizzata, avendo chiare le criticità, ma soprattutto gli impatti negativi che la mancanza di intelligenza artificiale sta generando. Questa fase sarà molto utile per porre le basi della custromizzazione di BePeople. Grazie alla personalizzazione del progetto si hanno più chiare le soluzioni da adottare e quanto valore porteranno alle attività di business.

Ultimo step: avviare la configurazione di BePeople. OperaLogica mette a disposizione le proprie competenze in ogni passaggio assicurandosi che tutti gli obiettivi vengano raggiunti. In totale sicurezza verranno analizzati i flussi dei dati di ingresso e di uscita per poi passare alla personalizzazione dei KPI e al potenziamento dei sistemi con IA e NLP.

Questo percorso risulta efficace se vi è collaborazione tra gli utenti interni e con il partner tecnologico, per ottenere una Digital Intelligence Platform che offra davvero un’esperienza digitale specifica per l’azienda utente.

Le tecnologie che caratterizzano la soluzione

BePeople si pone l’obiettivo di permettere all’azienda di “costruire” un’unica piattaforma intuitiva e personalizzata, che permetta di monitorare, comprendere e organizzare il lavoro rispetto agli obiettivi di business.

Il processo di solito inizia con l’accesso ai dati grezzi per estrarne informazioni significative. Per far questo, BePeople integra e potenzia gli applicativi esistenti senza sostituirli.

Inoltre, la possibilità di personalizzare le features della piattaforma (insieme a quella di costruire facilmente flussi di lavoro) permette di ottenere un’esperienza utente totalmente imperniata sulle necessità degli utenti.

Le tecniche coinvolte per fare tutto questo sono, in particolare, quelle di intelligenza artificiale per integrare più fonti di dati real-time e creare un database intelligente che supporti le strategie aziendali e le decisioni del management.

Grazie a capacità NLP, inoltre, il motore di ricerca comprende il linguaggio naturale, consentendo di cercare informazioni attraverso semplici stringhe di testo.

Mediante la Robotic process automation, BePeople rende automatici i processi di lavoro, facendo guadagnare tempo e precisione dei task svolti autonomamente dalle macchine.

Grazie al Fast data stream è facilitata l’integrazione dei flussi dei dati.

Sfruttando tecniche di Machine learning il sistema apprende il modo di lavorare, impara a conoscere l’utente nel corso dell’esperienza e aumenta la sua efficacia.

I benefici ottenibili sfruttando BePeople

I principali benefici che possono essere sperimentati da un’azienda che sfrutta BePeople sono misurabili in KPI di lungo periodo e riguardano incrementi della produttività e diminuzione del risk management.

BePeople non è una piattaforma verticale su una particolare industry, ma si tratta di una infrastruttura che può essere utilizzata da chiunque abbia necessità di governare il dato.

Grazie a questa soluzione le imprese possono contare su un’unica piattaforma, per esempio per la gestione delle spese, ma anche per l’organizzazione dinamica del flusso di cassa così come dei dati di marketing e customer care. Ciò che BePeople vuole garantire è governare questi workflow in un’ambiente sicuro, integrato, personalizzabile e user-centered.

Più nel dettaglio, dato che la piattaforma fornisce visibilità end-to-end sui processi e sulle loro performance, la sua adozione promette, in generale, maggiore qualità dei processi stessi e, quindi, un miglioramento dell’efficienza e delle esperienze di fornitori e clienti.

Automatizzare attività ripetitive determina maggiore velocità e riduzione dei costi relativi a errori e attività di ottimizzazione e migliore pianificazione, in quanto il sistema suggerisce quali potrebbero essere le aree di investimento e di suddivisione intelligente del budget.

In pratica, la piattaforma permette di monitorare processi e performance di macchine di produzione, reparti finance, logistica eccetera, misurando i miglioramenti in tempo reale e correlando una grande quantità di dati provenienti da aree aziendali diverse.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

Digital360 Awards

Articolo 1 di 4