Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ctera Networks: cloud storage di ultima generazione

pittogramma Zerouno

Ctera Networks: cloud storage di ultima generazione

11 Lug 2013

di Redazione

Rivolta a imprese e service provider, la nuova piattaforma unificata integra funzioni per la sincronizzazione e condivisione dei file, il backup ibrido e i gateway per cloud storage

È arrivata la versione 4.0 della piattaforma per il cloud storage di Ctera Networks, dotata di nuove funzioni per la sincronizzazione e la condivisione protetta dei file, la sicurezza mobile e il supporto degli Sla. La soluzione unisce funzioni software per la gestione cloud-side, gateway per il cloud storage on-premise e agenti per end-point offrendo a imprese e service provider la possibilità di erogare servizi cloud storage scalabili facenti leva sulle infrastrutture storage sottostanti di vendor quali Emc, Ibm e altri.

Tra i punti di forza della nuova release: un client unificato per attività di sincronizzazione, condivisione e backup di file, di collaborazione mobile sicura; l’offerta di policy Sla per-tenant che controllano in quale area storage vengono archiviati i dati di ciascun utente; un più esteso supporto di piattaforma per il backup dei server virtuali e, infine, un’ampliata scalabilità a vantaggio di ambienti con centinaia di migliaia di utenti.

Nell’ultimo anno le funzioni di sincronizzazione e condivisione dei file hanno attirato grande interesse, ma le aziende che intendono implementare internamente un servizio di questo tipo devono scegliere con attenzione il vendor a cui affidarsi, come suggerisce Gartner in uno studio sull’Enterprise file sync and share (Efss). Da tenere in considerazione, prima di optare per una soluzione, sono criteri quali integrazione, collaborazione, mobilità, sicurezza e flessibilità, in modo da garantire un corretto funzionamento su infrastrutture fisiche e virtualizzate piuttosto che ambienti cloud pubblici. L’offerta di Ctera risponde a queste esigenze con soluzioni che permettono a imprese e service provider di scegliere dove mantenere i dati, tutelarsi utilizzando chiavi crittografiche private e sfruttare nel contempo le infrastrutture storage esistenti o le rispettive istanze di cloud storage pubbliche.

Secondo Simon Robinson, Vice Presidente di 451 Research, “la nuova release arricchisce la presenza di Ctera Networks nelle applicazioni per la sincronizzazione e la condivisione dei file, rafforzandone ulteriormente il ruolo di cloud storage enabler”.

Ed è proprio così che il vendor intende presentarsi sul mercato, come un partner in grado di dare supporto concreto nella roadmap verso l’innovazione dei sistemi informativi e del business.

“Come rilevato da una ricerca del Politecnico di Milano – spiega Donato Antonangeli, Regional Sales Director di Ctera Networks Italia – la spesa cloud in Italia cresce più degli investimenti Ict [nel caso delle Piccole e medie imprese il tasso di crescita è del 16%, ndr] ed è la via concreta per tornare a essere competitivi. Ctera con questa nuova release si conferma partner ideale anche per le Pmi e le startup italiane, fornendo soluzioni che favoriscono i processi di rinnovamento delle imprese”.

Antonangeli rivela inoltre che “nel nostro paese Ctera vanta già un installato importante fra i principali operatori di telecomunicazioni e confida di poter annunciare presto importanti novità per il mercato italiano”.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Backup
I
Investimenti
P
Pmi
S
Server

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 3