Cremona è la nuova smarter city italiana, con Ibm

Comune di Cremona, AemCom, Politecnico di Milano(sede di Cremona)e Ibm hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per collaborare verso un obiettivo impegnativo: diventare una Smarter City per affrontare la sfida della complessità dei sistemi urbani e mettere l’innovazione e la tecnologia al servizio di un moderno e qualificato vivere cittadino.

Pubblicato il 11 Gen 2012

Le tematiche che saranno approfondite in questa prima fase sono relative a modelli d’analisi e d’indagine per la lotta alle elusioni; sistemi avanzati di gestione e controllo infrastrutturale cittadino (reti, asset lineari e non, gestione eventi, sicurezza); servizi avanzati per il cittadino disabile o anziano e il turista; valorizzazione e promozione del patrimonio culturale e ambientale (con conseguente potenziamento dei servizi al turismo).
Per le finalità dell’accordo sottoscritto (volte a studiare e mettere in atto strategie e modalità di impiego diffuso di tecnologie al servizio di cittadini e imprese sul territorio comunale), si è ritenuto opportuno coinvolgere alcuni tra i soggetti locali più rappresentativi che operano in ambito Ict, quali portatori di conoscenze, esperienze e capacità imprenditoriali. Tra questi svolgono un ruolo di primo piano la società AemCom, gestore del sistema di connettività in fibra ottica, e la sede cremonese del Politecnico di Milano.
Alla sigla del protocollo sono intervenuti il Sindaco di Cremona Oreste Perri, Nicola Ciniero per Ibm Italia, il Presidente e Amministratore Delegato, Mirco Grasselli per AEMcom s.r.l. il Presidente, e Gianni Ferretti, Pro Rettore del Politecnico di Milano, sede di Cremona.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3