Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Valvitalia: SysteLine Infor per supportare la crescita

pittogramma Zerouno

Valvitalia: SysteLine Infor per supportare la crescita

14 Apr 2009

di Gian Carlo Laghi

Controllo della produzione in tutte le sue fasi grazie alla tecnologia ma anche, soprattutto, alla capacità di fare sistema tra vendor (Infor) e partner (Wcm). Ecco i benefici ottenuti da una delle aziende italiane attive nel settore del manufacturing discreto

MILANO – Valvitalia è una delle circa quaranta aziende industriali italiane attive nel settore del manufacturing che usano la suite Erp SyteLine di Infor, distribuita sul territorio nazionale dalla Wcm Solutions, partner che ha in carico questa linea di sistemi.
La partnership tra Valvitalia e Wcm dura da sette anni e ha portato risultati positivi ad entrambi. Non hanno difficoltà a riconoscerlo sia Giovanni Scovenna (nella foto), direttore generale Valvitalia, sia Lorenzo Tuci, presidente di Wcm.
Valvitalia è un’impresa che produce valvole e componenti per il settore petrolifero, del gas e dell’energia elettrica. Fondata nel 2002 in Italia, a Rivanazzano, in provincia di Pavia, nel corso di pochi anni è cresciuta diventando un gruppo internazionale. Grazie anche a una strategia di acquisizioni conta oggi sette stabilimenti produttivi, cinque in Italia, uno in Cina e un altro inaugurato da poco in India. Nel 2008 ha registrato un fatturato di 316 milioni di euro con 850 dipendenti, di cui circa un centinaio all’estero. Ha uffici vendite e centri di assistenza post vendita in Cina, Stati Uniti, Arabia Saudita, Abu Dhabi, Malaysia e Algeria. “Siamo un’isola felice nell’attuale contesto industriale”: questa la definizione usata da Scovenna che, durante un recente incontro con la stampa, ha raccontato i benefici conseguiti con l’adozione di SyteLine, l’Erp oggi usato da 240 utenti concorrenti per un totale di quasi 350 utenti complessivi. In azienda sono installati circa 400 Pc, una media di un apparecchio ogni due addetti. “La prima implementazione della suite Infor nella sede principale di Rivanazzano, che ha fatto da battistrada, si è conclusa – spiega Tuci – dopo appena cinque mesi, ovvero in un arco di tempo relativamente breve considerata la complessità delle problematiche del progetto. Possiamo dire di avere messo a disposizione di Valvitalia un sistema che rispecchia il suo modello organizzativo e che oggi si sta rivelando un elemento trainante dello sviluppo del suo business”.
Sono due, ha detto Scovenna, gli aspetti determinanti nella scelta di SyteLine da parte di Valvitalia, che rappresentano i punti di forza della soluzione proposta da Wcm Solutions rispetto a prodotti concorrenti. “In primo luogo, la completezza funzionale e la notevole flessibilità. Il sistema Erp di Infor, infatti, attraverso le sue molteplici funzionalità, contribuisce a coordinare e gestire le attività principali di un’azienda manifatturiera, in particolare nelle aree di progettazione, vendite, pianificazione, approvvigionamento, produzione, consegne, servizi e amministrazione”, dice Scovenna. “L’avanzata tecnologia di automazione dei processi ci consente di gestire con efficienza le attività di routine e di migliorare continuamente i processi stessi in risposta alle mutevoli condizioni dell’attività di produzione. L’Erp offre schermate personalizzabili, una gestione efficiente dei dati e processi capaci di adattarsi alle specifiche esigenze dell’azienda e di ottimizzarne l’operatività”, aggiunge il direttore generale.
L’altro fattore decisivo è stata la “specializzazione” della soluzione che è concepita in modo specifico per le aziende manifatturiere con sistemi di “produzione discreta”; dispone di caratteristiche e funzionalità (per il project management, la preventivazione, la gestione delle distinte-base, il controllo dei costi in corso d’opera) indispensabili per gli ambienti “make-to-order” ed “engineer-to-order”, di cui sono tradizionalmente sprovvisti i pacchetti gestionali studiati per gli ambienti ripetitivi. “Ma forse – conclude il numero uno di Valvitalia – il sistema del duo Infor-Wcm Solutions porta come beneficio maggiore il controllo dell’attività di produzione in tutte le sue fasi, in modo dettagliato, veloce e in remoto, con un forte controllo sulla supply chain, non solo da parte del top management ma anche delle funzioni di base e intermedie”.

Gian Carlo Laghi

Articolo 1 di 5