User experience delle app mobile native, le novità di Dynatrace

pittogramma Zerouno

News

User experience delle app mobile native, le novità di Dynatrace

Tutti gli aggiornamenti delle funzionalità di Dynatrace Digital Experience Management per le applicazioni mobile native

27 Feb 2020

di Redazione

In occasione dell’annuale conferenza Perform2020 di Dynatrace, la software company si è impegnata a migliorare l’esperienza di utilizzo di tutti i canali digitali e offrire risposte precise e in tempo reale su salute, prestazioni e utilizzo delle app mobile native, consentendo alle organizzazioni di fornire rapidamente nuovi servizi e funzionalità nonché risolvere i problemi prima che ne influenzino l’adozione e l’esperienza da parte dell’utente.

Più nello specifico, i nuovi miglioramenti delle funzionalità di Dynatrace Digital Experience Management per le applicazioni mobile native riguardano: analytic e segmentazione avanzati. Gli analytic multidimensionali di Dynatrace ora cioè includono il crash reporting workflow e funzionalità di segmentazione che comprendono le metriche di salute, prestazioni e utilizzo in tutti i componenti dell’app e delle attività dell’utente. Questi miglioramenti sono pensati per eliminare i punti ciechi e semplificare il processo di risoluzione dei problemi per identificare la causa principale e l’impatto dei problemi stessi ovunque si verifichino, dalle applicazioni back-end alle infrastrutture e reti cloud sottostanti, dall’app mobile al dispositivo.

Inoltre, è stata potenziata la auto-strumentazione: le funzionalità di automazione e mappatura delle dipendenze completamente automatizzate di Dynatrace sono state estese ai più popolari framework e piattaforme mobile, tra cui React Native e tvOS. Queste aumentano la strumentazione automatica esistente per Android, iOS, Xamarin, Cordova e Ionic e consentono alle organizzazioni di eliminare lo sforzo manuale e raggiungere rapidamente l’osservabilità e le risposte basate sull’intelligenza artificiale per le app mobile native.

WHITEPAPER
CX: perchè l'intelligenza emotiva è importante per fidelizzare i clienti?
Marketing
Inbound

Sono poi state migliorate le risposte grazie all’intelligenza artificiale, il motore di intelligenza artificiale di Dynatrace, Davis, ora può elaborare dati da componenti di app mobile di terze parti, insieme a tassi di crash ed errori delle app mobile e alle metriche delle prestazioni degli utenti. Davis offre quindi risposte ancora più precise in tempo reale per accelerare la risoluzione dei problemi e garantire esperienze ottimali per ogni utente di app mobile.

Secondo una recente ricerca, le persone hanno scaricato oltre 200 miliardi di app mobile e hanno speso più di 120 miliardi di dollari attraverso queste app nel 2019. Con una crescente preferenza per l’utilizzo di device mobile, i consumatori si aspettano che le loro app funzionino perfettamente ogni volta, aumentando la pressione sul team di sviluppo per accelerare l’innovazione delle app mobile native e risolvere rapidamente i problemi che incidono sull’utente. Questo richiede l’identificazione precisa della causa principale e dei problemi provocati ovunque si verifichino, dalle applicazioni di back-end alle infrastrutture e reti cloud sottostanti, dall’app mobile al dispositivo stesso. Altre soluzioni non sono in grado di fornire questo contesto full-stack o risposte puntuali sulle prestazioni attraverso i canali digitali e, pertanto, mancano della velocità, semplicità ed efficienza necessarie per offrire esperienze mobile-first di primo livello.

“La piattaforma di Software Intelligence Dynatrace – ha affermato Steve Tack, SVP of Product Management at Dynatrace – è stata progettata per consentire alle organizzazioni di ottimizzare le esperienze degli utenti su tutti i loro canali digitali, incluse app, siti web e dispositivi mobile nativi. Nell’ultimo anno abbiamo assistito a un utilizzo accelerato di Dynatrace per le app mobile per avere un quadro completo delle esperienze degli utenti su tutti i canali e l’intero stack. Con il nostro approccio basato sull’intelligenza artificiale, le organizzazioni possono andare oltre un monitoraggio parziale e avere risposte precise che spiegano esattamente cosa, dove, quando e perché i problemi incidono sulle esperienze degli utenti di app mobile. Questo consente ai team IT di accelerare l’innovazione e la risoluzione dei problemi”.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

User experience delle app mobile native, le novità di Dynatrace

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3