Rainbow Office, la soluzione di Alcatel-Lucent Enterprise e RingCentral per la comunicazione aziendale del futuro | ZeroUno

Rainbow Office, la soluzione di Alcatel-Lucent Enterprise e RingCentral per la comunicazione aziendale del futuro

pittogramma Zerouno

Alcatel Lucent Point of View

Rainbow Office, la soluzione di Alcatel-Lucent Enterprise e RingCentral per la comunicazione aziendale del futuro

Frutto dell’accordo strategico tra la società con quartiere generale in Francia e uno dei vendor di piattaforme UCaaS più importanti al mondo, Rainbow Office powered by RingCentral rappresenta un sistema onnicomprensivo in cloud di telefonia, chat, video, meeting e condivisione di documenti. Una risposta per una forza lavoro sempre più distribuita che diventerà la norma anche dopo che l’emergenza pandemica sarà definitivamente accantonata

03 Nov 2021

di Redazione

Il cloud è qui per restare anche nell’ambito della comunicazione aziendale. Lo si ricava dai recenti dati dell’Osservatorio Cloud Transformation del Politecnico di Milano che, oltre a fornire un quadro complessivo del mercato in Italia, ha dato spazio ad alcuni protagonisti che si distinguono per la loro posizione di leadership in questo comparto.

Alcatel-Lucent Enterprise, azienda specializzata in soluzioni di comunicazione, networking e cloud, è uno di questi. Paolo Fortuna, South Europe Direct Touch Sales Director della società con quartier generale a Colombes, in Francia, è intervenuto in occasione della presentazione dei risultati dell’Osservatorio sottolineando che a partire da una fase emergenziale di necessità di remotizzazione degli utenti, oggi stiamo riscontrando continuità nella richiesta di servizi di comunicazione in cloud con un approccio sempre più strategico. “Il dato più rappresentativo – ha affermato Fortuna – non è tanto nel volume di licenze vendute, ma nelle statistiche di utilizzo di questo tipo di strumenti. Gli utenti ormai si sono abituati a utilizzare soluzioni di comunicazione unificata e quest’anno stiamo vedendo un’esigenza mai osservata prima di integrare le comunicazioni in applicazioni e processi esistenti”.

Che cos’è Rainbow Office powered by RingCentral

Alcatel-Lucent Enterprise intende rispondereall’esigenza di servizi end-to-end anche con la sua nuova offerta di Rainbow Office powered by RingCentral. Frutto di un accordo strategico stipulato ad agosto del 2020 tra Alcatel-Lucent Enterprise e RingCentral, multinazionale statunitense più volte collocata da Gartner tra i vendor leader nel suo Magic Quadrant focalizzato sulle tecnologie UCaaS (Unified Communication as a Service), Rainbow Office fornisce una moderna piattaforma cloud all-in-one. In pratica, comprende le tre funzionalità essenziali per la forza lavoro di oggi: collaborazione in tempo reale, meeting online e telefonia aziendale, il tutto con elevati standard di sicurezza ed affidabilità del 99,999%, come dichiara l’azienda.

“Rainbow Office – spiega Paolo Ferretti, Field Sales Rainbow Office Cloud Manager di Alcatel-Lucent Enterprise – rappresenta l’ultimo nato nel nostro portafoglio di offerta basato sulla suite Rainbow che si declina in varie modalità: dall’hybrid cloud in cui il centralino telefonico del cliente viene collegato al nostro cloud per essere arricchito di funzionalità di Unified Communication e Collaboration quali chat, video, video meeting, condivisione di documenti e schermo, all’offerta CPaaS dedicata a mercati verticali che possono usufruire delle nostre API per integrare il sistema con le applicazioni di business già esistenti. In aggiunta alle soluzioni precedenti, Rainbow Office include anche il traffico telefonico in maniera tale che Il cliente abbia un’unica bolletta per tutto”. Infatti, l’offerta è completata da telefoni fisici opzionali e da prodotti per l’infrastruttura di rete di Alcatel-Lucent Enterprise proprio per coprire il fabbisogno comunicativo dell’azienda in chiave end-to-end.

Quali sono i vantaggi per end user e IT Manager

Le funzionalità di Rainbow Office sono disponibili attraverso un’applicazione integrata disponibile per dispositivi mobili, desktop e portatili, con la possibilità di passare da un dispositivo all’altro senza soluzione di continuità. “La pandemia – continua Ferretti – ha dato un’accelerazione perché fosse possibile essere collegati ovunque e su qualunque device (es. mobile e PC). Ha anche impresso un cambiamento ai modelli di consumo, spingendoli verso il pay-per-use in cui si paga un canone per ricevere un servizio, senza dover mettere in casa hardware da dover manutenere e gestire”.

Una situazione che, a detta di Paolo Ferretti, nel contesto attuale si è stabilizzata e che sta registrando una crescita costante dopo il picco emergenziale dell’anno scorso. A guidare questa crescita, oltre agli indubbi vantaggi per gli end user, che hanno a disposizione un’interfaccia unica per comunicare e collaborare, emergono anche i benefici per gli IT Manager, i quali “possono focalizzarsi su una serie di attività a maggior valore – chiarisce Ferretti -, invece di gestire i sistemi e di occuparsi della manutenzione e dell’upgrade che richiedono tempo e impegno”. Rainbow Office viene incontro al personale IT interno dell’azienda in quanto è un servizio cloud multi-tenant globale che include piani di chiamata e numeri di telefono per più di 100 nazioni nel mondo, garantendo nel contempo i requisiti di compliance dettati dalle normative e dai regolamenti locali. Anche le aziende con sedi sparse a livello internazionale, perciò, possono impostare e gestire i servizi UCaaS in tutti i Paesi in cui sono presenti mediante uno stesso portale.

La scalabilità che serve a grandi aziende e PMI

Perfino un mercato come quello italiano, caratterizzato dalla presenza diffusa di PMI con un livello di digitalizzazione spesso inadeguato, sta cominciando a vedere il cloud come un’opportunità da cogliere. Non a caso una soluzione come Rainbow Office, in virtù della sua scalabilità, si presta a essere adottata da un’ampia fascia di organizzazioni, da quelle di grandi dimensioni e globali fino alla piccola e media impresa. La semplicità di configurazione, da un lato, e i costi abbinati al numero di utenti, dall’altro, la rendono adattabile a qualsiasi tipologia di azienda. “Il mercato è ricettivo, anche se non pronto al 100% – conclude Paolo Ferretti – e confidiamo che la nostra forte presenza in Italia che si avvale di competenze e partner di valore contribuisca ad abbattere le eventuali resistenze verso una scelta full cloud”.

In un mondo nel quale i lavoratori che hanno sperimentato il remote working difficilmente sono disposti a tornare indietro, come dimostra un sondaggio di McKinsey da cui si evince che l’80% delle persone intervistate apprezza lo smart working, l’orientamento verso piattaforme cloud, tutto incluso, come Rainbow Office, non è destinato a cambiare rotta. E questo non dipende dalla pandemia, ma da quello che la pandemia ha reso evidente e che fino a prima non sembrava così importante. E cioè che comunicare e collaborare con un solo strumento onnicomprensivo migliora la vita dei dipendenti e, di conseguenza, le loro prestazioni in azienda.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Rainbow Office, la soluzione di Alcatel-Lucent Enterprise e RingCentral per la comunicazione aziendale del futuro

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3