Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nello spazio con e-Geos (insieme a Google)

pittogramma Zerouno

Nello spazio con e-Geos (insieme a Google)

29 Set 2010

di Maria Luisa Felici

e-Geos, distributore esclusivo dei dati della costellazione satellitare Cosmo-Skymed, ha adottato Google Earth Enterprise per consentire la fruizione ai propri clienti delle immagini geospaziali e per ottimizzare l’accesso al proprio patrimonio informativo geografico. Nella foto Marcello Maranesi, amministratore delegato di e-Geos.

Partnership tra Google ed e-Geos per lo sviluppo e la distribuzione in Italia di soluzioni geospaziali basate su tecnologia Google Earth versione Enterprise.
e-Geos, società costituita da Agenzia Spaziale Italiana e Telespazio, in qualità di distributore esclusivo dei dati della costellazione satellitare Cosmo-Skymed (tre satelliti già operativi e un quarto nel corso del 2010), ha adottato la tecnologia Google Earth Enterprise per consentire la fruizione ai propri clienti delle immagini geospaziali e per ottimizzare l’accesso al suo patrimonio informativo geografico. Google Earth Enterprise è infatti la versione professionale della tecnologia messa a punto da Google per visualizzare informazioni geolocalizzate su un globo a tre dimensioni o su una mappa a due dimensioni interattiva, oltre che per realizzare Sistemi Informativi Geografici e sistemi di georeferenziazione.
Disponibile in due opzioni di installazione, su server interni o utilizzo di dati quali layer del database globale di immagini satellitari e dati cartografici, Google Earth Enterprise lavora su sistema operativo Linux e può essere installato su qualsiasi server commerciale di tipo rack. L’hardware deve essere fornito a parte mentre lo spazio disco necessario dipende dalla quantità di dati archiviati e gestiti dall’applicazione. La piattaforma accetta dati in formato Esri, Oracle, MapInfo e di altri software.
Da parte sua, e-Geos, oltre a rappresentare l’hub europeo per i dati ad altissima risoluzione provenienti dai satelliti e a gestire i centri spaziali di Matera e Neustrelitz, in Germania, è presente sul mercato con Realvista, il data base del territorio italiano costruito con una risoluzione a terra standard di 50 cm, che scende a 20 cm per le città capoluogo di provincia e a soli 10 cm per Roma e Milano. Le potenzialità di Google Earth Enterprise, utilizzabile nei diversi ambiti del settore privato e della Pubblica Amministrazione sono integrate da ulteriori dati e applicazioni, per esempio, per il monitoraggio ambientale, l’emergenza e la sicurezza.
 “L’accordo con Google per la promozione e la diffusione della loro tecnologia di accesso ai dati geografici sul mercato italiano ci permette di presentare ai potenziali clienti un’offerta completa. Mediante una piattaforma semplice e intuitiva e la possibilità di accedere al nostro vasto patrimonio informativo, il cliente potrà ottenere non più il solo dato satellitare o foto aeree, per esempio, ma informazioni più esaurienti” spiega Marcello Maranesi, amministratore delegato di e-Geos. “Questo accordo aumenta la nostra internazionalizzazione, già ben avviata grazie alla vendita e alla distribuzione dei dati provenienti dalla nostra costellazione satellitare Cosmo-Skymed, e arricchisce la nostra offerta con una tecnologia, Google Earth, che è già riconosciuta come la porta di accesso alla informazione geografica. Per questo ci aspettiamo un significativo livello di vendite dei dati nel prossimo futuro”.

Maria Luisa Felici

Articolo 1 di 5