Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’asp secondo Universo Servizi

pittogramma Zerouno

L’asp secondo Universo Servizi

23 Gen 2006

di Carlo Cremona

Una profonda conoscenza delle problematiche del settore e una piattaforma applicativa affidabile, flessibile e performante sono le ragioni del successo di universo servizi, che gestisce in asp circa il 20% della raccolta premi del mondo bancoassicurativo nazionale

Sanpaolo Wealth Management, la holding del Gruppo Bancario Sanpaolo Imi per il risparmio gestito, raggruppa tredici società specializzate nell’Asset Management e nel Bancassicurazione [la distribuzione bancaria di prodotti assicurativi, ndr] che si rivolgono a investitori sia privati sia istituzionali. Una di queste è Universo Servizi, nata alla fine del 2003 dallo scorporo del ramo d’azienda Sanpaolo Vita, con l’obiettivo di offrire, alle società che già operano nello specifico settore o a quelle che intendono farlo, una proposta integrata di servizi informatici, consulenza e formazione riguardante tutti gli aspetti dell’attività di una compagnia di assicurazione operante nel settore Vita.
“Anche se molto giovane come ragione sociale – osserva Giuseppe Rao, Responsabile della piattaforma informatica di Universo Servizi – la nostra società nasce all’interno del mondo bancossicurativo e, grazie alle sue origini, possiede una profonda conoscenza delle problematiche del settore, che senza dubbio è una delle ragioni del suo successo. A questo proposito basta ricordare un solo dato: noi oggi gestiamo circa il 20% della raccolta premi del mondo bancoassicurativo nazionale, e tra i nostri clienti vi sono Poste Vita, il programma assicurativo di Poste Italiane, il cui portafoglio conta attualmente circa 2,7 milioni di contratti e i cui prodotti vengono collocati attraverso gli oltre 14.000 uffici postali attivi negli 8.000 comuni italiani; Intesa Vita, che riunisce le attività nel settore bancoassicurativo di Banca Intesa e Alleanza Assicurazioni, le cui polizze vengono distribuite attraverso una rete di oltre 2.500 sportelli bancari; Desio Vita, del Gruppo Banco Desio; e San Paolo Life, una società di diritto irlandese, appartenente anch’essa al Gruppo San Paolo.”
“L’altra ragione, altrettanto importante – prosegue Rao – è da ricercarsi nelle caratteristiche di affidabilità, flessibilità e performance di ‘Universo’, la nostra piattaforma applicativa, sviluppata inizialmente attorno all’Sql Server e oggi costituita da un mix coerente di prodotti Microsoft fra i più completi ed evoluti. Una piattaforma che costituisce l’elemento portante di un’offerta realizzata grazie alle competenze presenti in Sanpaolo Vita, e quindi del tutto adeguata alla realtà operativa del mondo assicurativo, ma dove l’adozione della tecnologia Microsoft è stata determinante nel consentire il superamento dei tradizionali modelli di outsourcing.”

Pochi mesi per attivare 14mila sportelli
In effetti il nucleo principale di ‘Universo’, sviluppato in circa 18 mesi di lavoro per supportare le esigenze gestionali di Sanpaolo Vita, era entrato in produzione già nel febbraio del 1999. Ma già alla fine dello stesso anno aveva inizio la sua evoluzione, a seguito delle richieste di Poste Vita, che aveva la necessità di disporre di un sistema informativo in grado di gestire il business supportato dalla sua rete di oltre 14 mila sportelli. “In qualche mese – ricorda Rao – clonando il sistema esistente su più server, siamo riusciti ad attivare i primi 5 mila sportelli e acquisire le prime polizze. Successivamente, in tempi altrettanto brevi siamo stati in grado di attivare anche i rimanenti 9 mila. In effetti questa rapidità di reazione è resa possibile dall’architettura di ‘Universo’, che utilizza uno stesso corpo di istruzioni e un unico datawarehouse per gestire contemporaneamente più clienti e più prodotti anche molto complessi, e dalla sua modularità estremamente spinta, basata su applicazioni distinte, capaci di supportare i diversi settori della gestione assicurativa.”
Il modello Asp su cui si basa ‘Universo’ ha al proprio centro il database Sql Server integrato dagli Internet Information Services, mentre le funzioni applicative vengono sviluppate utilizzando i tool di Visual Studio ed erogate attraverso i Windows Server e i Windows Terminal Services. Le funzioni di analisi statistica e di business intelligence sono invece supportate dagli Analisys Services, i cui risultati vengono presentati agli utenti tramite i report creati dagli Sql Server Reporting Services. Le suite Office forniscono infine gli strumenti di produttività individuale. Un’architettura che, in definitiva, permette  a Universo Servizi di far evolvere gradualmente le sue soluzioni applicative, consentendole al tempo stesso di adeguarle via via agli standard tecnologici e di comunicazione emergenti e di garantire gli elevati livelli di scalabilità e sicurezza richiesti dal sistema. “Gli sviluppi più recenti della piattaforma ‘Universo’ – conclude Rao – hanno riguardato le sue funzioni analitiche. In questo caso abbiamo sostituito i prodotti del nostro precedente fornitore di questo tipo di applicazioni con quelli proposti da Microsoft quando ci siamo resi conto che utilizzandoli potevamo ottenere, con una semplicità e una flessibilità assolutamente non paragonabili, risultati molto più soddisfacenti, a costi notevolmente inferiori rispetto ai precedenti. Il nuovo sistema, che è stato realizzato nel secondo semestre del 2004, ci ha inoltre permesso di mettere a disposizione degli utenti un sistema di drill-down dei dati storici basato su un’unica ‘statistica’ all’interno della quale è possibile navigare secondo le diverse necessità. Un notevole successo per quanto ci riguarda, ma che ha anche avuto un elevatissimo livello di gradimento da parte dei nostri clienti.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carlo Cremona

Articolo 1 di 5