Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Ibm SmartCamp: vince Vivocha, piattaforma online di customer interaction

pittogramma Zerouno

Ibm SmartCamp: vince Vivocha, piattaforma online di customer interaction

05 Lug 2013

di Redazione

La società italo-americana è stata premiata all’interno del programma Global Enterpreneur di Big Blue, volto a selezionare le migliori startup a livello mondiale, offrendo loro una serie di opportunità e strumenti di crescita. Alla base della soluzione vincitrice l’idea di una comunicazione facile e trasparente tra aziende e clienti, attraverso una combinazione di tecnologie Voip, video, chat, callback audio e collaboration

Vivocha è stata premiata da Ibm e Polihub, incubatore del Politecnico di Milano, quale migliore startup tra le partecipanti al Global Enterpreneur Program, superando le altre finaliste Big Data Governance, C2b e Na-If.

La piattaforma di customer interaction online presentata dalla società con base a San Francisco, Milano e Cagliari, ha, infatti, convinto la giuria dell'Ibm SmartCamp grazie al valore innovativo. Ibm Smart Camp è l'evento conclusivo del programma promosso da Big Blue volto a selezionare e individuare le startup più promettenti a livello mondiale, offrendo loro una serie di opportunità per fare crescere il proprio business e accelerare il time-to-market dei loro prodotti. L'idea alla base della soluzione è consentire alle aziende di comunicare in modo trasparente con i clienti e i prospect, utilizzando una qualsiasi combinazione di Voip, video, chat, callback audio e strumenti di collaborazione come la navigazione assistita, condivisione di documenti e moduli.

Per essersi aggiudicata il contest, Vivocha ora potrà usufruire di servizi di mentoring con la possibilità di sviluppare partnership con Ibm, di collaborare con esperti del settore e di stabilire contatti con società di venture capital. Inoltre, ha ricevuto l'invito a partecipare a SmartCamp Global Finals, in cui sarà decretato l’Ibm Global Entrepreneur of the Year.

Secondo le dichiarazioni di Big Blue, in seguito alla partecipazione agli SmartCamp, i precedenti finalisti sono arrivati a generare più di 95 milioni di dollari di finanziamenti da venture capitalist e angel investor. Inoltre, diversi di loro si sono presentati sul mercato insieme a Ibm con nuove soluzioni.

Nel 2012 si sono tenuti ventidue eventi SmartCamp in diversi luoghi del mondo, tra cui: Amsterdam, Bangalore, Barcellona, Pechino, Berlino, Boston, Città del Capo, Copenhagen, Derry, Dublino, Istanbul, Londra, Città del Messico, Miami, Monaco, New York, Parigi, San Paolo, Sydney, Singapore e Tel Aviv.

Ibm continua a investire risorse in queste attività a supporto dell'innovazione, convinta che le startup possano essere una delle chiavi per un futuro diverso, soprattutto in un periodo difficile sotto il profilo economico e sotto la spinta di rivoluzioni tecnologiche importanti, come il cloud computing, gli analytics, il mobile e il social. Grazie alla convergenza di queste tecnologie, le startup possono portare più rapidamente sul mercato le loro soluzioni, che affrontano alcune delle questioni più urgenti a livello mondiale, tra cui l’assistenza sanitaria, la gestione idrica, la cyber-sicurezza e l'efficienza delle risorse energetiche.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 4