Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Ricerca Ibm: l’intelligence prima priorità dei Cio

pittogramma Zerouno

Ricerca Ibm: l’intelligence prima priorità dei Cio

15 Set 2009

di

La business intelligence e l’analisi dei dati sono fondamentali per migliorare la competitività dell’azienda. Per questa ragione queste due tematiche sono al top nell’agenda dei Cio, seguite da altre priorità quali la sicurezza e il risk management, la riduzione dei costi energetici attraverso la virtualizzazione, la centralizzazione dell’infrastruttura e la creazione di processi standardizzati, le Soa, la comunicazione unificata, il social networking e i progetti Web 2.0

Sono dati provenienti dalla ricerca “La nuova voce dei Cio” realizzata da Ibm intervistando 2500 Cio a livello mondiale nei primi quattro mesi del 2009. Dalla ricerca emerge che l’83% dei responsabili It identifica nella Bi e nell’analisi delle informazioni le soluzioni per aumentare al competitività delle proprie organizzazioni. Il 71% dei Cio prevede di fare ulteriori investimenti nel risk management e nella compliance. Il 76% è impegnato sul fronte della riduzione dei costi energetici e sta intraprendendo o prevede di intraprendere progetti di virtualizzazione. Un’identica percentuale di Cio afferma di avere tra i propri piani la creazione di un’infrastruttura fortemente centralizzata. Più della meta, inoltre, pensa di adottare processi di business a basso consumo completamente standardizzati. Dato positivo, oggi i Cio dedicano il 55% del loro tempo ad attività che favoriscono l’innovazione e la crescita, lasciando il restante 45% ad attività tradizionali It.
Lo studio completo sui Cio, i podcast e le interviste video relative allo studio sono disponibili sul sito www.ibm.com/ciostudy.

Ricerca Ibm: l’intelligence prima priorità dei Cio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 5