Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Tagetik in touch

pittogramma Zerouno

Tagetik in touch

21 Nov 2013

di Elisabetta Bevilacqua

Dall’annuale meeting dell’azienda, focalizzata
su soluzioni per il performance management e la business intelligence per l’area aziendale finance, l’annuncio di una nuova versione della soluzione che sfrutta la tecnologia Sap Hana e la partnership con Microsoft.

LUCCA – Achieve more, faster, anywhere; è questo lo slogan dell’edizione 2013 di “Tagetik in touch”, evento svoltosi anche quest’anno a Lucca, sede principale dell’azienda, con la partecipazione di oltre 600 partner, clienti, prospect e analisti, provenienti da 35 differenti Paesi.
In apertura, Pierluigi Pierallini, Presidente e Ceo di Tagetik, ha ricordato, fra le novità, l’alleanza con Sap (siglata a maggio), fino allo scorso anno considerata un competitor. “Sap ha investito nella sua piattaforma tecnologica e noi abbiamo investito per abilitare la nostra soluzione per Sap Hana – ha detto Pierallini – Il nostro obiettivo è fornire valore per gli utenti sia per i vantaggi che da questa tecnologia derivano sia per la semplificazione dell’architettura per i clienti che utilizzano Tagetik su tecnologia Hana”. Viene al tempo stesso confermata l’alleanza storica con Microsoft, sulla cui tecnologia si basa Tagetik 5, insieme a Sap Hana, la principale novità annunciata in occasione del meeting.

Pierluigi Pierallini, Presidente e Ceo di Tagetik

La nuova versione nasce per rispondere alle esigenze del Cfo e del Cio, come la riduzione dei costi dell’area finance e dell’It per gestire i processi finanziari, l’accelerazione del ciclo del reporting e del processo decisionale, lo snellimento dei processi finanziari. “La nuova soluzione permetterà di ottenere di più dalla gestione e dal controllo dei dati di business, di elaborare le informazioni più rapidamente e con meno sforzi, operando da qualsiasi luogo: in ufficio, in viaggio o a casa”, ha sottolineato Marco Pierallini, Executive Vice President, Chief Development Officer di Tagetik.
Le principali novità di Tagetik 5, il cui rilascio è previsto per la fine del primo trimestre 2014, sono sostanzialmente tre:
la nuova interfaccia utente Html5, con i nuovi web form e il cruscotto integrato, che renderà nativo l’utilizzo dei device mobili; nell’ambito della partnership con Microsoft, sarà inoltre disponibile su Windows Store una App Windows 8 come secondo front end per Tagetik 5;
un motore di consolidamento più efficiente;
l’utilizzo della tecnologia InMemory, grazie alla partnership con Sap Hana, che consentirà una significativa riduzione dei tempi di elaborazione dei dati finanziari.

Marco Pierallini, Executive Vice President, Chief Development Officer di Tagetik.

Verrà inoltre spinta la versione in cloud, attraverso la partnership con Microsoft e con Amazon.
Uno degli obiettivi della conferenza è stato evidenziare i successi raggiunti dall’azienda, grazie alla collaborazione con partner e clienti, che si riassumono nei numeri esposti da Manuel Vellutini, responsabile delle operazioni worldwide dell’azienda: crescita del fatturato 2012 del 20%, metà del quale proveniente dall’estero (23 delle 500 Global Fortune usano Tagetik). “La presenza globale è testimoniata anche dalla recente realizzazione di una jonit venture in Cina”, dice Vellutini, che segnala anche l’aumento del 12% di nuove installazioni on the cloud. Fra i riconoscimenti internazionali, figura il posizionamento di Tagetik nella ‘Top 3’ secondo la “User Survey Analysis: Customers Rate Their Cpm Vendors, 2012” di Gartner e il posizionamento fra i “leader” nel “The Forrester Wave: Financial Performance Management, Q3 2013”, grazie a una piattaforma software unificata in grado di supportare tutte le funzionalità di Financial Performance Management.

Elisabetta Bevilacqua
Giornalista

Sono attiva dal 1989 nel giornalismo hi-tech, dopo esperienze in uffici studi di grandi gruppi e di formazione nel settore dell’informatica e, più recentemente, di supporto alle startup. Collaboro dal 1995 con ZeroUno e attualmente mi occupo soprattutto di trasformazione digitale e Industry 4.0, open innovation e collaborazione fra imprese e startup, smart city, sicurezza informatica, nuove competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 3