Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

MicroStrategy 9: la Bi pervade l’azienda

pittogramma Zerouno

MicroStrategy 9: la Bi pervade l’azienda

14 Apr 2009

di Antonella Ferrari

La società lancia MicroStrategy 9: l’ultima release offre nuovi prodotti e importanti miglioramenti nella piattaforma per consentire alle imprese di estendere, senza difficoltà, la Bi da piccole applicazioni individuali a un’operazione integrata a livello d’azienda.

MILANO – Prestazioni più elevate, evoluzione della Business Intelligence all’interno dell’azienda e maggiore autonomia agli utenti hanno guidato la realizzazione di MicroStrategy 9, “la più importante release degli ultimi dieci anni” (come hanno dichiarato i responsabili dell’azienda) dell’unico vendor indipendente quotato al Nasdaq di un mercato che gli analisti, nonostante l’attuale situazione economica, continuano a stimare in espansione.  
Con questa nuova versione della piattaforma, MicroStrategy vuole puntare sull’eccellenza tecnologica, in particolar modo sull’ottimizzazione delle prestazioni delle query: una nuova tecnologia di caching adattivo denominata “In-memory Rolap” e miglioramenti nella generazione di Sql. Alla base dell’In-memory Rolap vi è l’idea di poter sfruttare la grande capacità di memoria disponibile sui server Unix 64-bit, Linux e Windows per usufruire di un database middle-tier che consente di rispondere direttamente alle richieste di dati per report, dashboard e analisi Olap, evitando i ritardi dovuti all’accesso al disco. Inoltre, tale caching adattivo, scaricando lavoro dai database server e liberandone la capacità, fa sì che si possa procrastinare l’acquisto di ulteriore capacità di storage. È stato introdotto un nuovo algoritmo di generazione Sql che apporta benefici alla gestione di analisi sofisticate che coinvolgono metriche complesse, attraverso una diminuzione del numero di passaggi Sql pari al 66%, con la conseguente riduzione fino al 75% dei tempi di interrogazione del database. Questa nuova funzionalità, operando in modo trasparente con report, dashboard e analisi, comporta miglioramenti prestazionali a molte delle esistenti applicazioni MicroStrategy. Novità anche per quanto riguarda, all’interno del medesimo server, la gestione di più numerose sessioni utenti contemporanee e l’esecuzione di report molto più ampi, grazie al supporto da parte di Microstrategy 9 delle Java Virtual Machines (Jvm) a 64-bit per Web server sia J2EE sia ASP.net. Il componente Web è stato riprogettato per conformarsi a un modello Extreme Ajax Code Structures che presenta due principali vantaggi: maggiore rapidità e interattività per gli utenti concesse da frequenza e volume inferiori per i dati trasferiti tra server e browser, poiché l’elaborazione avviene a livello del Web browser e non del Web server; più capacità sui Web server per supportare, così, sessioni utenti aggiuntive dal momento che viene scaricato il peso dell’elaborazione dal Web server condiviso.
Verso un unico sistema di Bi enteprise grazie alla graduale e incrementale fusione dei sistemi di Bi a livello dipartimentale, spesso “isole” indipendenti. Il Multi-Source Rolap di MicroStrategy 9 permette che i metadati e i report dei singoli sistemi dipartimentali vengano accorpati ai metadati aziendali senza la necessità di spostare i dati dalle fonti sorgenti al data warehouse aziendale (da definizioni di metadati distinte a un singolo metadata coerente). Il MicroStrategy Graphical Architect presente nell’annunciata versione agevola il passaggio dei diversi database in un numero minore di data warehouse e data mart a elevate prestazioni, senza dover riprogettare i report esistenti (e le relative dashboard e analisi Olap).
Più semplicità e funzioni self-service per gli utenti business: l’interfaccia Web è stata ridisegnata rifacendosi a molti familiari paradigmi di Windows; la creazione di report e di dashboard (di cui sono disponibili modelli predefiniti) è stata resa più rapida e maggiore è il controllo sulla loro distribuzione.
“Con MicroStrategy 9 si ha l’obiettivo di rendere la Bi più pervasiva all’interno delle imprese sia di grandi dimensioni sia Pmi” ha voluto sottolineare Francesca Giudice (nella foto in alto), country manager MicroStrategy Italia.

Antonella Ferrari

Articolo 1 di 5