Almawave acquisisce The Data Appeal Company | ZeroUno

Almawave acquisisce The Data Appeal Company

pittogramma Zerouno

News

Almawave acquisisce The Data Appeal Company

L’unione delle due aziende è stata compiuta avendo tra gli obiettivi principali quello di democratizzare e semplificare i processi data-driven attraverso la tecnologia e l’intelligenza artificiale

11 Gen 2022

di Redazione

Almawave, parte del Gruppo Almaviva, ha sottoscritto un accordo vincolante per l’acquisizione del 100% del capitale sociale di The Data Appeal Company, società con sede a Firenze attiva nello sviluppo di soluzioni di vertical AI analytics e che opera nel settore turismo, fintech e location intelligence.

The Data Appeal Company (che vede tra i soci venditori anche i fondi Indaco Venture Partners SGR S.p.A., Airbridge Investments B.V e H-Farm S.p.A) è una scale up ad alto potenziale di crescita che fornisce ad oltre 140 clienti in tutto il mondo, tra cui Best Western, JLL, Intesa San Paolo, Carto, Coca-Cola e Campari oltre a numerose Pubbliche Amministrazioni, strumenti e prodotti basati su intelligenza artificiale, big data e alternative data, con l’obiettivo di facilitare i processi decisionali e rendere possibile l’applicazione delle informazioni chiave che derivano dai dati. Attraverso tecnologia proprietaria, raccoglie e analizza contenuti digitali su vasta scala, li combina con dati geografici e di contesto e li trasforma in insight immediatamente azionabili e utili per prendere decisioni più accurate sia in ambito strategico che operativo.

The Data Appeal Company ha maturato ricavi per circa 1,5 milioni di euro nel 2020 e nel 2021 si stima un tasso di crescita superiore al 40%. Le recurring revenues della società si attestano ad oltre l’80% e la crescita attesa per gli anni successivi è ancor più significativa. Tutto questo potrà consentire alla società il costante rispetto della “Rule of 40” (somma tra tasso di crescita annua ricavi e margine di redditività maggiore del 40%) confermando il percorso strategico e di crescita intrapreso.

La forte crescita è attribuibile, oltre che al posizionamento della società, all’alta scalabilità delle soluzioni offerte, all’incremento della consapevolezza dei vantaggi derivanti dall’utilizzo dei dati alternativi da parte di player in più settori, nonché all’andamento molto positivo del mercato.

Inoltre, il PNRR che destinerà importanti risorse al Turismo, uno dei mercati di riferimento dell’azienda, ed in generale alla digitalizzazione ed all’uso evoluto dei dati, potrà rappresentare un ulteriore acceleratore di crescita.

La società conta su un solido team di 30 professionisti, con competenze AI consolidate e conoscenze verticali di industry che consentono la valorizzazione dei casi d’uso. The Data Appeal Company ha conquistato numerosi riconoscimenti tra cui i più recenti Elite di Travelport e Amazon Web Services 2021.

Valeria Sandei, Amministratore Delegato di Almawave ha commentato: “Sono entusiasta di questo accordo che testimonia la capacità di attrazione di talenti e porta una ulteriore leva di accelerazione nel percorso di crescita e creazione di valore di Almawave. The Data Appeal Company ha un fit perfetto per il perseguimento e rafforzamento dei nostri obiettivi strategici: condividiamo infatti la medesima visione sull’AI, incentrata sull’idea di facilità d’uso, verticalità delle soluzioni e scalabilità delle stesse nel mondo. The Data Appeal Company è cresciuta a tassi molto rilevanti ed anche per quest’anno prevede risultati outperforming, con un piano evolutivo di crescita che la pone su una traiettoria di costante creazione di valore. La società ha un portafoglio di clienti di primaria grandezza, perfettamente complementare al nostro, in settori quali turismo, fintech, retail e conta su un team di professionisti ed esperti di talento. La sinergia è dunque totale: strategica, tecnologica, commerciale, operativa, di portafoglio e di offerta. La governance, volta a renderla velocemente efficace, è un ulteriore aspetto che ci renderà da subito operativi. Trovo, infine, particolarmente positive le modalità tecniche dell’operazione che sottolineano come i soci di The Data Appeal Company, che diventeranno a tutti gli effetti soci di Almawave con un lock up period, condividano con noi una sfida di creazione di valore più ampia, quella che è alla base della strategia del Gruppo Almawave per i prossimi anni”.

Mirko Lalli, fondatore e AD di The Data Appeal, ha dichiarato: “L’acquisizione di The Data Appeal da parte di Almawave è un enorme riconoscimento del lavoro svolto, del valore creato e del percorso tracciato per gli anni a venire. È con grande soddisfazione ed entusiasmo che iniziamo questa nuova fase di sviluppo che ci permetterà di crescere più velocemente e rafforzarci anche sui mercati internazionali. Manteniamo salda la mission di democratizzare e semplificare i processi data-driven attraverso la tecnologia e l’intelligenza artificiale, e uniamo le forze con una delle società di riferimento in questo settore. La condivisione della stessa visione tecnologica e di mercato ci permetterà di accelerare ulteriormente il nostro cammino ed evolvere ancor più efficacemente le nostre soluzioni AI driven, arricchendo al tempo stesso l’offerta di Almawave. Ci prepariamo ad affrontare i prossimi mesi con basi più solide, mantenendo però intatto il nostro spirito da scale up”.

Gli attuali key managers di The Data Appeal Company saranno confermati nelle proprie posizioni e focalizzati in modo ancor più significativo al raggiungimento del piano definito, in Italia e all’estero, potendo contare su tutte le sinergie intercompany funzionali ad accelerare ulteriormente il percorso di crescita, grazie ad una integrazione operativa che supporterà tutte le attività.

L’operazione ha una valorizzazione complessiva di 16,5 milioni di euro.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Articolo 1 di 4