Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Scrivere la documentazione di una strategia di test

pittogramma Zerouno

Meotodologie

Scrivere la documentazione di una strategia di test

29 Giu 2009

di redazione TechTarget

I prerequisiti per redigere i documenti di testing, sia da un punto di vista del lavoro personale sia da quello del progetto

Una parte fondamentale e spesso sottovalutata nella strategia di test di un software o di una soluzione applicativa è la documentazione. Spesso le domande che pongono i colleghi di lavoro non riguardano tanto il modo in cui io faccio le prove, ma come sto presentando il materiale nelle specifiche del test.

Nel corso degli anni, ho continuato ad arricchire documentazione di una strategia di test. Raramente un progetto ha successo se è privo di tale documentazione, tuttavia spesso i progetti procedono senza farvi riferimento.

I vantaggi di una documentazione di testing
Il primo beneficio di una documentazione di testing è che “guida” il modo di pensare. La documentazione deve rispondere a domande come:

  • quale software deve essere testato
  • quali impostazioni di configurazione verranno testate
  • quali sono le problematiche di sicurezza

In secondo luogo, l’authoring e la presa visione della documentazione di una strategia di test richiede che i team coinvolti siano d’accordo sugli ambiti che essa copre. È un modo per forzare una conversazione sul progetto e fornire ai membri del team il perimetro di riferimento.

Quindi, l’authoring della documentazione di una strategia di test aiuta realmente a definire l’ambito operativo di progetto, scoprendo i requisiti non scritti, e guida il modo di pensare riguardo al progetto stesso. In termini di usi futuri, la documentazione di una strategia di test risulta utile in un paio di situazioni. Anzitutto, spesso faccio riferimento a tale documentazione quando devo sviluppare o eseguire test. Le sue sezioni solitamente diventano parte dei miei tool di testing e aiutando nell’implementazione automatizzata dei test.

Mi capita anche di non seguire in modo pedissequo il piano di test durante l’esecuzione di prove ad hoc e aprire un capitolo a caso della documentazione spesso aiuta nell’approcciare un’area secondo una diversa prospettiva. Quando poi si vuole migrare verso la nuova versione di un’applicazione, la strategia di test rappresenta un’importante risorsa per “ricordare” il progetto precedente e prendere nota degli aspetti più rilevanti.

Fasi di pianificazione e rilascio
Infine, ci sono momenti in cui la documentazione di una strategia di test diventa uno strumento di gestione della negoziazione e del rilascio. Spesso, nella fase di pianificazione, i team sono d’accordo sull’importanza di un determinato insieme di prove (per esempio, i test sulla migrazione dei dati o di security penetration).

Nel fervore del rilascio, tuttavia, con le scadenze che incombono, il management può essere tentato a tagliare le attività di test, al fine di rispettare le date prestabilite.

Una strategia documentata e approvata all’inizio del progetto può contribuire a ricordare a tutto il team l’importanza di una determinata attività di test. Perlomeno, aiuta il gruppo a fermarsi e a chiedersi: “Se ci è sembrata importante prima, cosa può essere cambiato nel frattempo per portarci a credere che ora non sia più così importante?” La domanda genera una sana discussione e aiuta il team ad arrivare a decisioni ben più importanti che non quelle generate dalle scadenze del calendario. A volte si decide comunque di ridurre il numero di prove dell’attività di test, ma tale decisione è stata presa consapevolmente.

Nelle strutture più piccole, ci si allontana spesso dal “documentar” e per dirigersi più verso il “fare”. In tali ambienti, il team raramente desidera investire tempo o risorse in un’esaustiva documentazione della strategia di test. Tuttavia ho trovato che, anche qui, è utile scrivere un documento di “alto livello” che riassuma le basi da cui è stata avviata strategia di test. Anche se si tratta di uno stringato documento Word scritto in un paio di ore, raccogliere i propri pensieri rappresenta sempre un valore.

La documentazione relativa alla strategia di test è fondamentale ma non deve dettare legge nel vostro lavoro. Tale documentazione è stata scritta per aiutare voi e il vostro team a raggiungere la più alta qualità possibile. Sperimentate con cosa funziona meglio, mettete in discussione l’attuale processo e forzatevi a scrivere un documento (o una serie di documenti) che vi aiutano a svolgere al meglio la vostra attività. In parole povere, bisogna fare quello che serve.

redazione TechTarget

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link