Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

It security software: un mercato che cresce e si segmenta

pittogramma Zerouno

It security software: un mercato che cresce e si segmenta

15 Lug 2009

di Riccardo Cervelli

“Nel 2008 il mercato della sicurezza non è stato intaccato in modo apprezzabile dalla crisi economica”. Parola di Ruggero Contu, principal research analyst di Gartner. Secondo la società di analisi nel 2008 il fatturato mondiale dei software per la security è risultato pari a 13,5 miliardi di dollari, in crescita del 18,6% rispetto agli 11,8 miliardi dell’anno precedente. Per Contu, “questi dati dimostrano che la tematica della sicurezza rimane una delle priorità dei Cio e dei responsabili della security.
A fronte di questa vivacità della domanda, Gartner rileva che il mercato della sicurezza si dimostra ancora fertile per lo sviluppo di nuove realtà, come dimostra la diminuzione della quota di mercato totale dei cinque maggiori vendor rispetto al comparto “altro”, costituito anche da piccole realtà specializzate in aree specifiche. Una prova evidente di questa tendenza è dimostrata dalla diminuzione della market share di Symantec dal 24,4% nel 2007 al 22,0% nel 2008 (vedi tabella sotto). Meno importanti – cioè nell’ordine di decimali – i cali di quote di mercato di Trend Micro, Ibm ed Emc, mentre l’unico dei “top five” vendo a essere cresciuto in termini di share – pur se a livelli limitati – è McAfee.

Fatturato dei vendor di sicurezza a livello mondiale nel 2008 (milioni di US$)

 Azienda

2008
fatturato

2008 market
share (%)

2007
fatturato

2007 market
share (%)

2008-2007
crescita (%)

 Symantec

2.968,7

22,0

2.768,5

24,4

7,2

 McAfee

1.475,7

10,9

1.225,2

10,8

20,5

 Trend Micro

938,5

7,0

809,2

7,1

16,0

 Ibm

693,0

5,1

607,9

5,4

14,0

 Emc

537,6

4,0

494,9

4,4

8,6

 Altre

8.866,0

50,9

5.456,0

48,0

25,9

 Totale

13.479,7

100,0

11.361,3

100,0

18,6

Tutti i segmenti di software, comprese le applicance
Fonte: Gartner (giugno 2009)

Nel commentare i risultati della ricerca, la società di analisi ha segnalato che, nel corso del 2008, ha aumentato il numero di aree prese in considerazione. Questo ha permesso di fornire una fotografia più dettagliata del settore ed evidenziare andamenti diversi fra le diverse nicchie di mercato.
Più in dettaglio, Gartner ha rilevato le crescite più elevate dei fatturati nei prodotti appliance-based, come quelli per security information and event management, o Siem (+50%), e-mail security a livello perimetrale (+37,7%) e secure web gateway appliance (+29,9%). All’opposto, i segmenti che hanno performato in modo meno brillante sono stati quello del web access management (Wam) e quello delle endpoint protection platform (Epp). Si tratta, del resto, dei comparti che hanno raggiunto il maggiore livello di maturità e nei quali si segnalano meno nascite di nuovi attori.
La domanda, insomma, tende oggi a privilegiare le soluzioni che affrontano in modo più efficace, economico e tendenze alla semplificazione, problematiche emergenti che tendono a rivelarsi critiche in relazione ai processi di business e alla protezione delle informazioni sensibili. “Nei periodi di incertezza economica e di contrazione dei budget – spiega Contu – i vendor di sicurezza devono sforzarsi di mostrare il valore di business e il rapporto costi-benefici favorevole delle proprie proposte. Mancare questi obiettivi si traduce in cicli di vendita più lenti”. Secondo il principal research analyst di Gartner, nel 2009 a sostenere la crescita del mercato saranno soprattutto i nuovi metodi di delivery delle soluzioni – come il SaaS (Security as a service) e i servizi hosted – e l’incremento della domanda di security da parte delle piccole e medie imprese (Pmi).
Infine, non si può non segnalare le differenze di crescita del fatturato della sicurezza a seconda delle diverse regioni del mondo. Pur rappresentando ancora le aree a detenere le maggiori quote di mercato, rispettivamente con il 46,4 e il 29,9%, Nord America ed Europa tendono a cedere market share a regioni emergenti quali il Medio Oriente e l’Africa, l’America Latina e l’Asia-Pacifico. Nel contesto europeo i Paesi dell’est, nel 2008, hanno messo a segno una crescita della domanda pari al 38%.
Nonostante questi trend, Gartner non azzarda previsioni troppo ottimistiche per il mercato dell’It security per il 2009. Alcuni segmenti non cresceranno più a due cifre, mentre in generale, visto il clima economico del pianeta, le aspettative sono di un incremento intorno al 9%.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Articolo 1 di 5