Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Fortinet, come proteggere le reti wireless nell’epoca della mobility

pittogramma Zerouno

Fortinet, come proteggere le reti wireless nell’epoca della mobility

Confini discontinui a causa soprattutto della diffusione della mobility e minacce sempre più aggressive; per proteggere le reti aziendali il passo da fare è culturale e organizzativo, ma nondimeno tecnologico: l’obiettivo è riuscire a controllare il network non solo esternamente, ma anche internamente attraverso soluzioni che, segmentando la rete, siano in grado di difendere le risorse strategiche di business.

07 Apr 2016

di Valentina Bucci

“I perimetri aziendali si sono trasformati: in particolare l’avvento della mobility, e il protagonismo che di conseguenza ha assunto la connessione wi-fi, che da un ‘nice to have’ è diventata un ‘must have’, ha cambiato le modalità di accesso alla rete e ai servizi delle imprese; servizi oltretutto, a complicare ulteriormente il quadro, sempre più spesso fruiti in modalità cloud”: parole di Antonio Madoglio, System Engineering Manager di Fortinet Italia, che in un’intervista a ZeroUno ha analizzato gli elementi, tecnologici e non, per far fronte a nuove vulnerabilità e per rispondere alle crescenti minacce cybercriminali: “Deve in primis crescere la consapevolezza rispetto all’importanza di avere una visione strategica sul tema: troppo spesso l’atteggiamento che si incontra è quello di fare ‘il minimo indispensabile’ e di procedere con un’ottica atomica, frammentata, senza che sia stato strutturato un piano a lungo termine”, spiega Madoglio, che quindi sottolinea come le limitate risorse economiche non aiutino l’It nella risoluzione del problema: “Complice questa mancanza di consapevolezza, spesso non vengono allocati budget sufficienti: implementare una nuova soluzione di security significa fare fronte a una serie di costi non solo legati all’acquisto delle soluzioni, ma anche di carattere ‘accessorio’”, dice il manager riferendosi alla necessità di fare formazione per l’utilizzo delle nuove soluzioni, alla necessità di maturare le competenze necessarie alla loro gestione e alla riorganizzazione dei processi che deve supportare la trasformazione.

Antonio Madoglio, System Engineering Manager di Fortinet Italia

Rispetto a quest’ultimo punto il manager sottolinea l’importanza di superare i silos che ancora permangono nelle aziende dove spesso, per esempio, la sicurezza della connessione wi fi è gestita da team diversi rispetto a quelli che gestiscono il traffico internet “tradizionale”, segno di un’evidente assenza di visione d’insieme e causa di una mancata ottimizzazione sul fronte dei costi e delle soluzioni.
Sul piano più strettamente tecnologico, nel momento in cui aumenta e diventa più vulnerabile il perimetro aziendale, si rende necessario, oltre al controllo degli accessi attraverso adeguati sistemi di profilazione degli utenti, proteggere la rete anche internamente per controllare le minacce che sono state in grado di superare i confini dell’impresa: “Il punto è segmentare la rete creando, nei punti cardine del network, dei sistemi che filtrino il traffico in modo da proteggere i servizi chiave e le sotto-reti più ‘delicate’ per il business dell’azienda”, dice il manager riferendosi alla soluzione Fortinet Internal Segmentation Firewall: “Si tratta di una appliance – sottolinea infine Madoglio portando all’attenzione una caratteristica importante della soluzione – che ha grandi doti in termini di performance, tanto da non rallentare in alcun modo le connessioni ad altissima velocità tipiche delle reti interne moderne, ormai in grado di raggiungere i 100 Gb/s”.

Valentina Bucci

Giornalista

Giornalista pubblicista, per ZeroUno scrive dei cambiamenti che la digitalizzazione sta imponendo alle imprese sul piano tecnologico, organizzativo, culturale e segue in particolare i temi: Sicurezza Informatica, Smart Working, Collaboration, Big data, Iot. Master in Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza (Università di Ferrara), laurea specialistica in Culture Moderne Comparate (Università di Bergamo).

Fortinet, come proteggere le reti wireless nell’epoca della mobility

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3