Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Da Symantec una piattaforma di Data Loss Prevention aperta

pittogramma Zerouno

Da Symantec una piattaforma di Data Loss Prevention aperta

25 Nov 2009

di ZeroUno

Le funzionalità Dlp (Data Loss Prevention) assumono un ruolo sempre più strategico alla luce della crescente volontà delle aziende di incentrare le loro strategie di sicurezza sulla tutela delle informazioni. In questo contesto Symantec ha presentato Symantec Data Loss Prevention 10, una piattaforma aperta che mette a disposizione degli utenti un’ampia scelta di opzioni per il rilevamento e la risoluzione delle problematiche inerenti la perdita dei dati. La nuova piattaforma si propone di aiutare le organizzazioni a sfruttare le capacità di content-awareness all’interno dei sistemi di sicurezza aziendali e si integra con ulteriori soluzioni Symantec.
La nuova funzione FlexResponse presente in Symantec Data Loss Prevention 10 consente di applicare una protezione basata su policy ai file che contengono dati confidenziali, incluse la cifratura crittografica o le funzionalità Erm, evitando ai responsabili It di dover eseguire processi manuali.
Gli utenti trovano numerose altre opzioni integrate grazie alle partnership strette da Symantec con vendor quali GigaTrust, Liquid Machines, Oracle e Pgp Corporation.
Per esempio se nell’ambito di una fusione un’azienda si trova a dover limitare l’accesso a un gruppo ristretto di utenti, essa potrà facilmente ridefinire la policy Dlp affinché classifichi i dati e utilizzi Microsoft Active Directory Rights Management Services (Adrms) per applicare l’Erm alle copie dei contenuti specificati garantendo una protezione granulare. Il nuovo supporto delle tecnologie Xml e Web service consente a Symantec Data Loss Prevention 10 di inviare dati Dlp complessi a qualsiasi applicazione o sistema di reporting. Un sito di e-commerce può iniziare a utilizzare la piattaforma Dlp per identificare i server contenenti informazioni regolamentate dalle normative Pci Dss. Le nuove funzioni di import/export permettono invece il costante aggiornamento delle policy in linea con le normative vigenti; consentono inoltre la collaborazione e lo scambio di policy finalizzato alla condivisione di best practice con altri utenti.
La nuova integrazione con Symantec Workflow offre agli utenti di Symantec Data Loss Prevention 10 la possibilità di intraprendere azioni basate su policy, come ad esempio la cifratura automatica e il lock-down a livello di endpoint tramite Symantec Endpoint Encryption, Symantec Endpoint Protection e altre soluzioni di sicurezza fornite da Symantec e altri produttori. Gli utenti di soluzioni per la sicurezza email erogate sotto forma di software-as-a-service (SaaS), come ad esempio MessageLabs Hosted Email Encryption (un hosted service Symantec), saranno in grado di monitorare, proteggere e trasmettere informazioni sensibili in totale sicurezza nei messaggi email in uscita senza bisogno di ricorrere a un’infrastruttura gateway per la posta elettronica on-site.
Symantec Data Loss Prevention 10 è disponibile da dicembre 2009.

ZeroUno

Articolo 1 di 5