Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Trasfor e Comall: le ragioni della scelta Qurius Italy

pittogramma Zerouno

Trasfor e Comall: le ragioni della scelta Qurius Italy

01 Lug 2009

di Lorenza Peschiera

Le due aziende si sono affidate alla filiale italiana di qurius per migliorare la gestione delle proprie informazioni. Infor Erp ln è la soluzione che in entrambi i casi è stata implementata

MILANO – Migliorare la gestione delle informazioni, favorire l’integrazione tra le aree aziendali per riuscire a crescere riducendo i costi sono esigenze sempre più sentite dalle imprese oggi, esigenze a cui Qurius Italy (www.qurius.com), filiale del gruppo olandese Qurius, punta a rispondere attraverso la propria offerta.
“Qurius, nella quale a fine 2006 è confluita Watermark (solution provider pan-europeo di soluzioni Erp estese), realizza progetti e fornisce soluzioni, architetture e servizi sfruttando gli strumenti e le tecnologie Microsoft”, spiega Antonio Gentile, general manager della filiale italiana di Qurius. “Vendiamo e implementiamo applicazioni business Microsoft Dynamics e Infor, implementiamo sistemi di business intelligence, Crm, Scm e di e-business”. In Italia, il 93% del business è incentrato su Infor (www.infor.it) e la quota rimanente su Microsoft, a differenza di quanto avviene in altri Paesi, dove la quota maggiore è relativa ai sistemi Microsoft.
Tra le società che di recente hanno scelto Qurius Italy rientra Trasfor (www.trasfor.com), realtà svizzera che realizza trasformatori e reattanze a secco per l’elettronica di potenza, la trazione ferroviaria e la propulsione navale accanto a trasformatori per la distribuzione di energia, che ha oggi circa 270 dipendenti e un fatturato annuo sui 170 milioni di franchi svizzeri.
“Volevamo un sistema capace di migliorare il flusso interno delle informazioni, per controllare e porre le basi per diminuire i costi interni. Il sistema Erp LN di Infor, reso disponibile da Qurius, ci ha convinto, perché completo, flessibile, facilmente utilizzabile e integrabile con altri software”, comunica la direzione di Trasfor. “Il sistema ci permetterà di reperire, analizzare ed elaborare le informazioni in modo veloce e ci potrà supportare in modo completo, garantendoci efficienza ed efficacia produttiva”, puntualizza Paolo Poletti, Edp manager di Trasfor. “Aspetti interessanti di Infor Erp LN sono l’orientamento alla produzione di tipo ETO (Engineering to Order), l’apertura verso il mondo Open Source e l’opportunità di introdurre elementi innovativi e strategici per ridurre l’impatto dell’integrazione con gli altri sistemi già presenti in Trasfor. Da questa soluzione ci aspettiamo una completa integrazione tra amministrazione, produzione, vendite, pianificazione e acquisti, oltre al monitoraggio costante dell’avanzamento di produzione, consuntivazione e controllo commesse”.
Anche Comall (www.comall.it), azienda di Reggio Emilia specializzata nella produzione del sistema di lavoro definito utensile multifunzione o punzonatrice, ha scelto Qurius Italy per aggiornare i propri sistemi gestionali, identificando in Infor LN la piattaforma Erp più adatta alle proprie esigenze. Comall è parte da 10 anni di Fom Group, che, fondato nel 1972 come Fonderie Officine Meccaniche ha oggi oltre 85 milioni di euro di fatturato, impiega 400 persone e comprende 10 aziende attive nel settore degli impianti per il taglio e la lavorazione dell’alluminio e del Pvc per la lavorazione e la produzione di serramenti.
“Ci siamo indirizzati verso lo strumento informatico usato dalla nostra casa madre, un gestionale caratterizzato da usabilità e in grado di supportarci nello sviluppo aziendale”, dice Marco Corradini, factory manager di Comall. “Tra i vantaggi che stiamo avendo dall’implementazione di Infor Erp LN c’è l’ottimizzazione dei processi logistici, ottenuta grazie all’adozione di modelli organizzativi propri della struttura del software e di tecniche di approvvigionamento con logiche di tipo MRP (Manufacturing resource planning)”.
Intanto Qurius Italia ha chiuso l’anno fiscale 2008 in aumento del 30% sul 2007. “Grazie anche alla crescita della nostra struttura locale e alle sinergie con un gruppo di livello internazionale ci sentiamo nelle migliori condizioni per proseguire il cammino di sviluppo”, conclude Gentile.

Lorenza Peschiera

Articolo 1 di 5