Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Big Data, le novità da Ibm per gestione e analisi

pittogramma Zerouno

Big Data, le novità da Ibm per gestione e analisi

11 Apr 2013

di Redazione

Prosegue la strategia di Big Blue in risposta alla proliferazione delle informazioni: lanciata una nuova tecnologia per l’accelerazione dei dati di settore e un sistema Hadoop che promette progressi in termini di velocità e semplicità

Per affrontare le nuove sfide imposte dai Big data, Ibm ha messo a punto una serie di nuove tecnologie, indirizzate alle imprese pubbliche e private, che permettono di gestire e analizzare con rapidità grandi quantitativi di informazioni.

Tra le novità, il software Blu Acceleration, attraverso un mix di tecnologie per migliorare le prestazioni analitiche e semplificare l’amministrazione, consente un accesso molto più rapido alle informazioni, estendendo le funzionalità dei sistemi “in-memory” tradizionali, che permettono il caricamento dei dati nella Ram anziché sull’hard disk per velocizzare le prestazioni. Durante i test, alcune query in un tipico carico di lavoro di business analytics sono risultate 1000 volte più veloci con l’utilizzo delle innovazioni combinate di Blu Acceleration.
Le innovazioni più significative della soluzione comprendono “data skipping”, che offre la possibilità di “saltare” i dati che non necessitano di analisi, come le informazioni duplicate; la possibilità di analizzare i dati in parallelo su diversi processori; e una maggiore capacità di analizzare i dati in modo trasparente per l’applicazione, senza dovere sviluppare un livello separato di modellazione dei dati.
Un altro importante passo avanti è rappresentato dalla funzionalità “actionable compression”, attraverso la quale i dati non devono più essere decompressi per poter essere analizzati.

Bnsf Railway Company, tra le maggiori reti nordamericane per il trasporto ferroviario di merci che gestisce più di 1.400 treni al giorno su 32.500 miglia di binari di percorso, in 28 stati Usa e due province canadesi, utilizza Blu Acceleration per comprendere più rapidamente i dati provenienti dai suoi 1700 server, che tengono traccia di manutenzione, condizioni meteorologiche, programmazione, scorte, sicurezza, consegne ecc. "Trasportiamo molti dei prodotti e dei materiali che vengono utilizzati ogni giorno in America e in tutto il mondo, perciò tenere traccia di queste spedizioni è cruciale per la nostra organizzazione – spiega Kent Collins, Database Solutions Architect della società -. La nuova tecnologia di Ibm ci ha permesso di accorciare i tempi di esecuzione: ad esempio, una delle query ha registrato un miglioramento di oltre 100 volte e il nostro consumo di storage si è ridotto di circa 10 volte”.

Ancora più veloci con l'open source
Ma la strategia di Big Blue per il data management e la business analytics segna anche un punto a favore dell'integrazione. È stato, infatti, sviluppato il nuovo Ibm PureData System for Hadoop per rendere più facile e veloce l’implementazione di Hadoop, il software open-source utilizzato per organizzare e analizzare grandi quantità di dati strutturati e non.
Il nuovo sistema è in grado di ridurre da settimane a minuti i tempi di ramp-up necessari alle organizzazioni per adottare la tecnologia Hadoop di classe enterprise, con tool analitici facili da usare e da visualizzare sia per gli analisti aziendali sia per i data scientist. Inoltre, fornisce tool potenziati per i big data, per il monitoraggio, lo sviluppo e l’integrazione con molti altri sistemi aziendali.
La soluzione integra Ibm InfoSphere BigInsights, recentemente aggiornato alla nuova versione, che consente di gestire e analizzare i dati in modo efficace e di aggiungere funzionalità di amministrazione, workflow, provisioning e sicurezza unitamente alle funzionalità analitiche di Ibm Research.

Kelley Blue Book, fornitore di informazioni su auto nuove e usate, valuterà il nuovo PureData System for Hadoop per analizzare i dati di clickstream creati dagli utenti sul suo sito web. L’azienda potrà analizzare queste informazioni, inclusi i dati dei social media, per scoprire quali sono gli argomenti più apprezzati dai visitatori, come ad esempio i prezzi dei veicoli nuovi e usati, report degli incidenti, richiami per motivi di sicurezza e dati di garanzia, recensioni degli acquirenti.

I nuovi annunci comprendono infine anche alcune versioni aggiornate delle tecnologie Ibm per i Big Data, tra cui, oltre alla già citata soluzione Hadoop “enterprise-ready” InfoSphere BigInsights, anche il software di “stream computing” InfoSphere Stream e Informix per la business analytics sui dati provenienti da contatori intelligenti e sensori.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 6