Datacenter: i vantaggi dell'uso di un "progetto di riferimento" | ZeroUno

Datacenter: i vantaggi dell’uso di un “progetto di riferimento”

pittogramma Zerouno

Datacenter: i vantaggi dell’uso di un “progetto di riferimento”

Ormai non è pratico né conveniente progettare da zero tutte le caratteristiche di un unico data center. Il riutilizzo di sottosistemi o progetti completi, collaudati e documentati, rappresenta il metodo migliore sia per
la realizzazione ex novo che per l’ampliamento dei data center. L’adozione di un “progetto di riferimento”, ossia di un documento che funga da “base progettuale” all’interno del quale sono riportate informazioni essenziali quali l’analisi della matrice del sistema architetturale e la sua roadmap evolutiva, disegnata e modellata anche sfruttando best practice e le competenze maturate in altri casi studio, può risultare vincente. Strumenti di questo tipo, infatti, semplificano e abbreviano il processo progettuale e attuativo e riducono il rischio di incorrere in tempi di fermo dopo la realizzazione e la messa in esercizio del data center.

19 Feb 2013

di Redazione

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Datacenter: i vantaggi dell’uso di un “progetto di riferimento”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link