Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Investimenti It 2009: virtualizzazione al primo posto secondo i partner Ca

pittogramma Zerouno

Investimenti It 2009: virtualizzazione al primo posto secondo i partner Ca

07 Apr 2009

di Riccardo Cervelli

La virtualizzazione è il tema su cui le imprese della regione Emea prevedono di investire di più nel 2009. Emerge dalle risposte dei rivenditori di Ca a un sondaggio online che il vendor ha condotto tra la seconda metà di dicembre e gennaio. Le previsioni degli italiani sono in linea con la media europea. Il 46% dei 112 partner di Ca (su un totale Emea di 1.339) contattati ha affermato che la spesa destinata al Virtualization Management crescerà in modo notevole. I rivenditori prevedono anche una crescita del 32% degli investimenti in Recovery Management e del 27% del Business Service Management.
Richiesti anche di esprimere il proprio sentiment rispetto all’andamento dell’economia, il 77% dei reseller italiani della software house di Islandia ha affermato che continuerà a peggiorare per tutto il 2009, ma il 52% è convinto che sarà comunque solo una lieve flessione. Per quanto riguarda i budget It, l’82% dei rivenditori Ca del nostro Paese prevede dei tagli, ma più della metà (56%) ritiene che saranno contenuti. Secondo Ca questo significa che il peggio sia passato. E Gilbert Lacroix, Senior Vice President of Emea Channel Sales aggiunge: “Forti della nostra offerta innovativa di prodotti rivolti alle aree di opportunità identificate dall’indagine (a cui va aggiunta, a quelle già citate, anche quella dell’Internet Security Management, ndr), i nostri partner si trovano nella situazione idea per continuare ad aggiudicarsi nuovi contratti e assicurare la propria redditività”.
Il “2009 Ca Channel Index”, così si chiama l’indagine, ha rilevato anche quali sono le principali attese dei rivenditori nei confronti del vendor. Il 69% di quelli italiani ha messo al primo posto la lead generation, seguita dagli incentivi finanziari (50%) e da una articolata offerta di prodotti (49%). “Pur continuando a offrire un’ampia gamma di attività di training e di supporto ai partner – spiega Lacroix – ora Ca punta soprattutto agli incentivi finanziari e alla lead generation. Per noi il canale è estremamente importante, e per questo ci impegniamo affinché i partner registrino un utile anche in questo periodo sfavorevole.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Articolo 1 di 5