Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il “cloud” mette le ali all’hosting di Seeweb

pittogramma Zerouno

Il “cloud” mette le ali all’hosting di Seeweb

22 Lug 2009

di Riccardo Cervelli

Seeweb, uno dei fornitori di servizi di hosting, housing, colocation e content delivery leader al mondo, annuncia in Italia un nuovo prodotto di hosting altamente scalabile basato su una tecnologia di cloud computing. Non a caso, il neonato servizio si chiama Cloud Hosting. Cosa lo differenzia dai tradizionali servizi di hosting? Innanzitutto l’implementazione di una tecnologia di Personal Provisioning che è in grado di prevedere in automatico, grazie ad analisi dell’utilizzo, quando le risorse messe a disposizione dell’utente stanno diventando insufficienti. A questo punto, il sistema avvisa l’utente che può richiedere l’aumento della capacità elaborativa e di storage necessaria alle nuove necessità di applicazioni o sito Web. Il cliente, comunque, può anche variare la disponibilità delle risorse manualmente. Alla scalabilità tecnologica, con Cloud Hosting si abbina anche quella dei costi, che partono da 240 euro all’anno per crescere a livelli che – secondo Seeweb – sono assolutamente competitivi con quelli della concorrenza.
Oltre alla tecnologia cloud nell’interazione con l’utente, a permettere la scalabilità immediata e pressoché illimitata del servizio Cloud Hosting di Seeweb è l’uso di un mix di tecnologie “carrier classa” di Storage Area Network, virtualizzazione a più livelli e workload management. Nel confrontare questo prodotto con gli altri offerti dalla casa, Seeweb precisa che Cloud Hosting fornisce, di base, prestazioni paragonabili a quelle di un Vps 202, ma in più mette a disposizione una potenza di 300 Seeweb Power Units (Spu) che il cliente può decidere come ripartire. “Variabilità del carico e scalabilità rappresentano da sempre il tallone d’Achille di tutte le soluzioni attualmente in commercio di Hosting, sia shared sia dedicate”, spiega Antonio Baldassarra, Ceo di Seeweb. “Grazie al nostro Cloud Hosting la variazione delle risorse a disposizione sarà continua ed immediata, senza bisogno di complessi, lunghi e dispendiosi upgrade, che al momento prevedono il setup degli applicativi in un nuovo ambiente. Con il nuovo prodotto tutto ciò sarà un ricordo”.
Cloud Hosting sarà presentato al pubblico italiano il prossimo 25 settembre nel corso del convegno “Ict Virtuale” organizzato da Soiel a Padova.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
Ceo
V
Virtualizzazione

Articolo 1 di 5