Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Tecnologia: made in woman

pittogramma Zerouno

Tecnologia: made in woman

19 Mag 2009

di Nicoletta Boldrini

Si è svolto Web@lfemminile la maratona online di 24 ore dedicata all’universo femminile e all’It. L’evento fa parte di una delle tante iniziative del progetto lanciato da Microsoft, "Futuro al femminile", che ha come scopo quello di sfruttare l’innovazione e la tecnologia come trampolino per le pari opportunità

MILANO – Una giornata interamente dedicata alle donne e al loro rapporto con la tecnologia che può diventare un’efficace alleata per il raggiungimento delle pari opportunità, sia in ambito professionale che personale. È questa l’iniziativa lanciata da Microsoft all’interno del progetto “Futuro al femminile”, contributo concreto che la multinazionale ha deciso di mettere in campo per migliorare il binomio donne-tecnologia.
Web@lfemminile, in particolare, è un evento che ha visto le donne, ma anche gli uomini, interagire in una maratona online non stop di 24 ore giunta quest’anno alla seconda edizione. Il 31 marzo, attraverso 4 diversi canali tematici riuniti sotto il nome di “Techno Talk” (Donne e lavoro, donne e famiglia, donne e amore, donne e tecnologie del futuro) si sono confrontati direttamente sul sito dedicato all’evento (www.webalfemminile.it) personaggi dell’informazione, dello spettacolo, esperti e gente comune che, in una serie di video interviste e aree di approfondimento e dibattito, hanno cercato di analizzare opportunità e spazi in cui la tecnologia oggi può davvero fare la differenza e contribuire a realizzare nuovi scenari nel “futuro al femminile”.
Roberta Cocco, direttore marketing centrale di Microsoft Italia e responsabile del progetto “Futuro al femminile”, ha aperto i dibattiti, tutti coordinati da giornalisti ed esperti legati al tema, cercando di sottolineare, anche in modo simpatico con l’intervento di personaggi del mondo dello spettacolo come la nota comica televisiva Geppi Cucciari, come le donne possano sfruttare Internet, i dispositivi mobili e, in genere, la tecnologia per “emanciparsi” e riuscire a svolgere in modo efficiente il ruolo che desiderano, sia in ambito professionale sia nel contesto familiare o sociale.
Una nota importante la merita il video dibattito sul tema della donna e del lavoro in un momento di crisi come quella che stiamo vivendo. In questa fase di recessione economica mondiale parlare di pari opportunità non è più sufficiente, dicono Alessandra Servidori, consigliera nazionale di parità del Ministero del Lavoro, e Lorena Capoccia, presidente commissione studi dell’Associazione Lombarda Dirigenti Aziende Industriali. Il contributo delle donne può rappresentare per il mondo lavorativo – a tutti i livelli professionali e produttivi – una grande leva di rinnovamento anche, e soprattutto, con l’ausilio di tecnologie sempre più innovative.
Come evidenziato anche nell’articolo di Annamaria Di Ruscio, a pag. 8, le facoltà tecnico-scientifiche si stanno aprendo al mondo femminile che va scoprendo nuovi campi attraverso cui inventare e sperimentare le tecnologie.
Accanto ai “Techno Talk” anche una serie di diverse aree tematiche come donna e computer, –economia, –bellezza, –e-commerce, –risparmio, –sport, –sociale, –pubblica amministrazione, –lavoro, –scienza, ecc., e un’area interamente dedicata alla formazione con corsi online per imparare a capire e utilizzare adeguatamente gli strumenti tecnologici.
“Oggi gli strumenti informatici consentono alle donne di poter raggiungere importanti traguardi professionali senza dover per forza rinunciare agli affetti familiari o influenzare negativamente la propria vita privata”, dice in un video Roberta Cocco. “Ecco perché è importante che possano accedervi sfruttandole positivamente a vantaggio della propria immagine, di lavoratrice e di donna, e della produttività che possono contribuire a dare al mercato”.
Tutti i video dibattiti, le interviste, i documenti e i corsi formativi, nonché una serie di mini sitcom, di mostre e concerti online, nonché aree di svago e show, sono disponibili sul sito www.webalfemminile.it

Nicoletta Boldrini

Giornalista

Articolo 1 di 5