Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Predizioni chiave di Gartner per i prossimi anni

pittogramma Zerouno

Predizioni chiave di Gartner per i prossimi anni

19 Gen 2010

di Riccardo Cervelli

Gartner ha selezionato, basandosi sulle proprie ricerche in diverse aree, le predizioni sui trend che avranno il maggiore impatto sulle organizzazioni It nel prossimo futuro.

L’insieme di fenomeni come la crescita della virtualizzazione, quella del cloud computing e dell’utilizzo di pc e notebook personali anche sulle reti aziendali porterà, nel 2012, a vedere un 20% delle imprese che non dispongono di asset It propri. Questa trend potrebbe, secondo Gartner, liberare risorse dei budget It da destinare a impieghi più strategici rispetto all’acquisto e alla gestione di hardware.
Sempre dal 2012, le imprese di servizi It basate in India (o comunque “India-centric”) dovrebbero rappresentare il 20% degli aggregatori di servizi di cloud computing. Nello stesso anno Facebook si imporrà come l’hub dei social network e della socializzazione web.
Dal 2014, continua Gartner, la maggior parte dei casi di successo It includerà anche la riduzione dei costi legati alla compensazione delle emissioni di CO2. Dal 2012, inoltre, le emissioni di gas legate al ciclo di vita un singolo pc subiranno un cambiamento: quelle relative al periodo compreso tra la produzione e la consegna al cliente scenderanno dall’80 al 60%, in conseguenza del miglioramento dei processi produttivi e dei materiali utilizzati.
La società di analisi prevede anche che dal 2015 in poi il settore dell’Internet marketing sarà regolato. Il suo valore dovrebbe raggiungere quell’anno i 250 miliardi di dollari. Dal 2014, invece, oltre tre miliardi di adulti nel mondo saranno in condizioni di condurre transazioni tramite tecnologie Internet o mobili.
Dal 2015, il “contesto” avrà un impatto sulla user experience dei dispositivi paragonabile a quello che i motori di ricerca hanno esercitato su quella del Web. Nuove tecnologie che elaborano le informazioni geospaziali saranno in grado di offrire esperienze “iperpersonalizzate” all’utente di un cellulare o di uno smartphone.  A partire dal 2013, peraltro, Gartner prevede che i telefonini saranno i device con cui più frequentemente gli utenti accederanno al Web.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Articolo 1 di 5