Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Accenture: a Napoli un centro di eccellenza per soluzioni Oracle

pittogramma Zerouno

Accenture: a Napoli un centro di eccellenza per soluzioni Oracle

10 Giu 2009

di Nicoletta Boldrini

È ufficiale! Il capoluogo campano diventa il cuore del primo centro di eccellenza Accenture interamente dedicato allo sviluppo di progetti e applicazioni basate su Oracle. 300 le risorse specializzate formate direttamente dalla società di consulenza e system integration

NAPOLI – È un’alleanza di lunga data quella che unisce Oracle e Accenture. Nata nel 1991, si è rafforzata nel tempo fino a divenire l’alleanza più importante di Oracle a livello worldwide (nell’ultimo anno fiscale, settembre 2007 – agosto 2008, gli investimenti di Accenture in Oracle a livello worldwide hanno avuto un incremento del 31%, ndr). Oggi, questa partnership si consolida ulteriormente con l’inaugurazione del Centro di Eccellenza di Accenture per soluzioni Oracle a Napoli, che costituirà un “regional hub” in grado di supportare le attività dei clienti italiani e internazionali di Accenture per la promozione, l’analisi delle soluzioni e la realizzazione di progetti complessi per clienti dei settori delle telecomunicazioni, high technology, manifatturiero, grande distribuzione, farmaceutico e servizi.
Il centro di eccellenza rappresenta una nuova “ala” del Delivery Center di Accenture nato nel 2001 e cresciuto costantemente fino a contare, oggi, quasi 800 risorse (circa 670 dipendenti, 900 postazioni di lavoro disponibili, ndr). “Oltre alle capacità specifiche sulle soluzioni Oracle – dice Raffaele D’Orsi, responsabile del Delivery Center Accenture di Napoli -, il nostro centro può vantare competenze anche nel mondo Sap (con circa 150 specialisti) e in aree tecnologiche come il Crm (con altre 150 risorse circa) il billing e data centric (all’interno della quale si inseriscono tutti i progetti legati al Web, alla Soa e, in genere, alle soluzioni basate su Java)”. “Molto importante – aggiunge D’Orsi – anche la cosiddetta “fabbrica di test” che vede impiegati quasi 150 specialisti”. Il centro di Napoli, infatti, è impegnato in attività di disegno tecnico, sviluppo e test di applicazioni per la fase di delivery al cliente. “Il nostro è un centro che possiamo definire nearshore, sviluppato in modo da essere vicino al cliente non solo per lingua e cultura ma anche per tutta quella fase di delivery che, spesso, ci vede concentrati su una serie di customizzazioni alle soluzioni”, spiega D’Orsi. “Oltre ai Delivery Center come il nostro, ci sono altre strutture (Industruy Solution Center che in Italia sono a Milano, Torino e Roma) concentrate sulla progettazione di soluzioni “asset based” (preconfigurate) che vengono poi adattate, se necessario, dalle strutture di delivery”. Strutture il cui sforzo principale è quello di agire in una logica di industrializzazione. “L’idea è di ridurre quanto più possibile le customizzazioni realizzate direttamente presso i clienti per concentrare le attività di delivery all’interno di centri specializzati realizzando economie di scale all’interno del processo di sviluppo (che significa anche contenimento dei costi)”, dice Antonio Pezzinga (nella foto in alto) Responsabile System Integration Accenture Igem (Italia, Grecia, Europa centro-orientale, Russia e Medio Oriente)
Quanto alla collaborazione con Oracle Pezzinga dice: “L’attuale momento di crisi spinge le aziende ad accelerare l’avvio di progetti che danno reali vantaggi competitivi e che consentono l’ottimizzazione di processi e costi di gestione; in questa direzione Oracle fornisce certamente soluzioni di alto livello”.
Sergio Rossi, amministratore delegato di Oracle Italia, presente all’importante inaugurazione, ha sottolineato come “Il Delivery Center di Napoli sia il frutto di una partnership duratura che consente di creare un vero e proprio network di competenze”. Il centro ospita anche un’area demo con oltre 40 differenti soluzioni/acceleratori che forniscono una dimostrazione pratica delle più recenti applicazioni basate sull’infrastruttura tecnologica Oracle (Oracle 11g e Oracle Fusion Middleware) e sulle Oracle Applications (Oracle E-Business Suite, Siebel CRM, Peoplesoft HCM, Oracle Hyperion).

Nicoletta Boldrini

Giornalista

Articolo 1 di 5