Le best practice per monitorare le performance applicative

pittogramma Zerouno

Scarica gratuitamente

Le best practice per monitorare le performance applicative

SCARICA IL WHITEPAPER
file_download

Le best practice per monitorare le performance applicative

27 Novembre 2014

La continuità operativa delle applicazioni di business è un tema ricorrente fra i professionisti IT. In questo documento i consigli per identificare e risolvere velocemente i problemi e gli strumenti di supporto su cui poter fare affidamento.

Evitare i down, mantenere la business continuity a tutti gli utenti, salvaguardare la brand awareness, minimizzare i costi di ripristino sono tutti aspetti che chi gestisce sistemi reti e database considera parte integrante della routine.

Utilizzare strumenti sempre più specifici aiuta a presidiare meglio il perimetro ICT, garantendo una maggiore proattività negli interventi che può arrivare in molti casi al provisioning, per evitare del tutto i rischi.

In questo white paper a cura di Ipswitch un’analisi delle criticità legate a tutta l’infrastruttura di servizio, per identificare i colli di bottiglia e stabilire le best practice di risoluzione.

Tra gli strumenti indispensabili per la governance un focus è dedicato all‘Application Performance Monitoring (APM), grazie a cui gli amministratori possono configurare politiche di controllo delle applicazioni per:

• Definire e monitorare tutte le correlazioni applicative
• dare maggiore visibilità alle applicazioni più critiche
• Prioritizzare le applicazioni in base a un’analisi del business di riferimento
• Accelerare l’identificazione del problema per accelerare la risoluzione

<a data-cke-saved-href=”https://ict4.wufoo.com/forms/m18fp8i111t7m4o/” href=”https://ict4.wufoo.com/forms/m18fp8i111t7m4o/”>Fill out my Wufoo form!</a>

Scarica subito

SCARICA IL WHITEPAPER