Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Bring Your Own “Anything”: sfide e soluzioni per la sicurezza

pittogramma Zerouno

Webcast

Bring Your Own “Anything”: sfide e soluzioni per la sicurezza

08 Mag 2017

di Redazione

Device aziendali e privati numerosi e diversificati sulla spinta di esigenze di collaboration e smartworking, utenti inconsapevoli dei rischi, attacchi cybercriminali sempre più diffusi: la mobilità pervade l’azienda e la rende “borderless”. Come proteggerla efficacemente?

La mobilità è ormai l’approccio favorito sia dagli utenti, che non possono farne a meno nella vita privata come in quella lavorativa, sia dalle aziende, per cui è diventata una modalità operativa imprescindibile su cui oggi si basano tanto i processi interni quanto le interazioni con la clientela. Sotto la spinta della trasformazione dei modelli di business in chiave digitale, dell’affermarsi della collaboration e della diffusione dello smart working, le aziende, seguendo un processo di continua “consumerizzazione”, si sono ormai del tutto ridefinite in chiave “borderless”.
Ma come proteggere un’impresa senza confini rispetto a un cybercrime che sempre più vede nella mobility un vettore di attacco privilegiato? In che modo l’It può mettere in sicurezza numerosi e variegati device e controllare le azioni degli utenti, spesso non pienamente consapevoli dei rischi?

Nel corso del webinar, organizzato in partnership con Asystel Italia del Gruppo Econocom, e con la partecipazione di Luca Bechelli, Comitato direttivo e Comitato tecnico–scientifico del Clusit, affronteremo, tra gli altri, i seguenti  aspetti:

Dal Byod al Bring Your Own “Anything”
Perchè il Bring Your Own Anything è in così forte diffusione? Quali sono gli elementi di criticità sul piano della sicurezza che questo scenario impone? Quali i punti di attenzione per uno smart working e collaboration svolto in sicurezza?
Sfide tecnologiche
Come rispondere a queste criticità sul piano tecnologico? In che modo le piattaforme Mtp (Mobile Threat Prevention), integrate a un più ampio concetto di Unified Endpoint Management, possono fare la differenza?
Cultura aziendale e valore delle partnership
Come impostare un processo di accrescimento e aggiornamento continuo della cultura della sicurezza in azienda? Che ruolo di supporto può avere il partner tecnologico rispetto alle complessità sopra descritte?

 

In partnership con

AGENDA

11:50
Benvenuto e introduzione

Boldrini
Valentina Bucci, Giornalista ZeroUno

12:00
Intervento di

Bechelli
Luca Bechelli, Comitato direttivo e Comitato tecnico–scientifico, Clusit

Scarica la presentazione

12:20
Intervento e live demo

Bechelli
Maurizio Guardassoni, Responsabile della divisione Security & Mobile, Asystel

Scarica la presentazione

12:40
Tavola Rotonda

tra i relatori e i partecipanti collegati al Webinar, moderata da Valentina Bucci

13:10
Conclusione Webinar

network-digital360

 

Articolo 1 di 5