Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Più performance e semplicità nell’Unified Storage di Sun

pittogramma Zerouno

Più performance e semplicità nell’Unified Storage di Sun

30 Set 2009

di ZeroUno

Sun ha annunciato importanti novità tecnologiche nei sistemi Unified Storage della famiglia Sun Storage 7000. Le nuove caratteristiche software, unitamente all’incremento fino al 30% delle prestazioni dei controller, consentono di aumentare la potenza dell’offerta Open Storage.
La famiglia di prodotti Sun Storage 7000 è stata introdotta nel 2008 con l’obiettivo di aumentare le performance e diminuire le complessità, aiutando le aziende ad archiviare e gestire quantità sempre più ingenti di dati a fronte di budget sempre più ridotti.
Le novità riguardati il portafoglio Sun includono anche un’ottimizzazione delle performance applicative grazie al rinnovato supporto delle San iScsi e un sensibile incremento delle prestazioni dei database Oracle. Attraverso InfiniBand (IB), i clienti possono inoltre aspettarsi un aumento delle performance di rete con una bandwidth fino a quattro volte superiore (40Gb/sec) e una latenza inferiore.
L’aggiunta di nuove Cpu – con un massimo di 24 core e una bandwidth di sistema ottimizzata – oltre alla cache Dram raddoppiata, fino a 512GB ( il valore più elevato di tutto il settore) consente un incremento delle performance del 30%. L’integrazione della tripla parità consente, inoltre, di ridurre ulteriormente il rischio di perdita delle informazioni durante l’utilizzo dei disk drive a elevata capacità con tempi di ricostruzione più lunghi. Ed ora Sun offre anche il Triple Mirroring, una tecnologia che aggiunge ulteriore protezione contro gli errori del disco e migliora sensibilmente gli scenari di backup e disaster recovery.
Per quanto riguarda la gestione e il deployment, nei sistemi Sun Storage 7000 debuttano la nuova funzione Shadow Data Migration, che consente di migrare facilmente dai dispositivi Nas legacy concorrenti senza costi aggiuntivi, più nuove funzionalità e capacità di gestione iScsi, che permettono il provisioning efficiente dei sistemi server e storage. Gli amministratori storage possono ora gestire i sistemi Sun Storage 7000 e gli ambienti storage Windows utilizzando Microsoft Management Console, capitalizzando sull’esperienza maturata nell’utilizzo di questa interfaccia.

ZeroUno

Articolo 1 di 5