Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ibm rafforza l’offerta nel Business Process Management con l’acquisizione di Ilog

pittogramma Zerouno

Ibm rafforza l’offerta nel Business Process Management con l’acquisizione di Ilog

03 Feb 2009

di Riccardo Cervelli

Ilog, fornitore multinazionale di software per il Business Process Management, ha ora accanto al logo la scritta An Ibm Company. Dopo aver assolto tutti i requisiti di legge, infatti, Big Blue ha completato la procedura per l’acquisizione del vendor, annunciata lo scorso 28 luglio.
L’azienda californiana, che ha un headquarter in Francia, è stata valutata 340 milioni di dollari (pari a circa 215 milioni di euro). Nell’anno fiscale 2008, Ilog, fondata nel 1987, ha fatturato 181 milioni di dollari. Attualmente ha una forza lavoro di 850 dipendenti e serve 3000 clienti in tutto il mondo. L’ultima acquisizione più importante è la catena di retail di moda e prodotti per la casa Laura Ashley Japan.
Il software di Ilog, basato su modelli matematici (tra i clienti si segnalano anche istituzioni di ricerca scientifica), consente l’analisi, la pianificazione, la tracciabilità e il miglioramento dei processi di business. Gli utenti tipici sono i responsabili di business, gli analisti, gli architetti It e gli sviluppatori. Le aziende utilizzano queste tecnologie per automatizzare l’allocazione di risorse scarse e costruire interfacce intelligenti per i propri processi di business. Tra i diversi prodotti, vale la pena citare Ilog Brms (Business Rules Management Systems) per Isv (Independent Software Vendors), una soluzione che s’integra in soluzioni di terze parti, solitamente sistemi gestionali verticali, per aggiungere a queste funzionalità che permettono di modificare gli obiettivi di business, lo stanziamento delle risorse e i vincoli operativi allo scopo di progettare piani d’azione efficaci che ottimizzano ricavi e profitti.
Altre due soluzioni di punta sono Ilog Visualization e Ilog Supply Chain Management. La prima permette di migliorare le capacità di collaborazione e decision making, costruendo interfacce intuitive con diagrammi, mappe e tabelle. La seconda è una famiglia di soluzioni di Scm che includono feature per il Network Design, l’Inventory Optimization, il Production Planning e Scheduling per permettere di snellire i processi produttivi e rendere più efficace – e quindi anche “green” – la gestione della logistica.
“Ibm – commenta Stefano Stinchi, Director of Soa & Websphere in Ibm Italia – prosegue nel suo sfrozo di arricchimento tecnologico dell’offerta per il Business Process Management e l’Enterprise Decision Management, dimostrando di voler continuare a essere leader nelle soluzioni che semplificano i sistemi informativi e riducono i loro costi di manutenzione e gestione”. Ilog verrà integrata all’interno di Ibm Websphere.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Articolo 1 di 5