Gestione documentale digitale, ecco la proposta di Innovery e IBM | ZeroUno

Gestione documentale digitale, ecco la proposta di Innovery e IBM

pittogramma Zerouno

News

Gestione documentale digitale, ecco la proposta di Innovery e IBM

La soluzione consente di digitalizzare e standardizzare ogni tipo di documento cartaceo o digitale, sia esso un ordine di acquisto, una fattura eccetera

21 Gen 2021

di Redazione

Innovery, in partnership con IBM, ha lanciato sul mercato IBS, una soluzione SaaS (Software as a Service), che consente la gestione, la trasformazione e lo scambio di file e documenti in cloud, in formati standardizzati con partner commerciali, senza necessità di una infrastruttura di connettività diretta.

La soluzione consente inoltre di creare e inviare facilmente fatture elettroniche conformi alle nuove specifiche tecniche entrate in vigore a partire dal 1 gennaio 2021.

L’obbligo della fatturazione elettronica, che ha coinvolto il 78% delle aziende, pari a quasi 4 milioni, ha contribuito ad accelerare il processo di digitalizzazione delle imprese, soprattutto quelle di piccole dimensioni, e a creare le condizioni per la crescita dell’e-commerce e l’integrazione della supply chain attraverso strumenti digitali.

Grazie alla soluzione IBS di Innovery questo processo viene ulteriormente accelerato, permettendo alle aziende di digitalizzare e standardizzare ogni tipo di documento cartaceo o digitale, sia esso un ordine di acquisto, una fattura o altro, automatizzando il processo con un grande risparmio tempo, oltre ad eliminare gli errori causati dall’elaborazione manuale, spesso costosi da correggere.

“La questione di creare una supply chain informatizzata – ha spiegato Michele Illiano Business Unit Manager E-Business di Innovery – in grado di modularsi sulla base di processi decisionali automatizzati che fanno uso dell’intelligenza artificiale, è diventata la principale sfida per molte aziende. In questa contesto sono spesso le PMI a trovarsi in difficoltà, dato che le grandi aziende richiedono ai fornitori di adeguarsi al nuovo formato informatizzato, tuttavia le tecnologie attualmente disponibili sul mercato le EDI (Electronic Data Interchange), hanno costi che risultano spesso superiori alle loro capacità economiche. Pensiamo alla classica PMI italiana a conduzione familiare che fornisce pezzi di ricambio a una grande azienda del reparto automotive: senza l’utilizzo di una soluzione EDI rischia di essere tagliata fuori dalla catena di fornitura. Per questo abbiamo pensato di sviluppare una soluzione a basso costo che permetta di tradurre in un linguaggio standard, accessibile a ogni stakeholder, una vasta gamma di documenti, dagli ordini di acquisto, alle fatture, alle richieste di preventivi di finanziamento e molto altro. In questo modo con IBS le PMI possono garantire l’inter-operabilità delle proprie informazioni senza sopportare investimenti troppo onerosi, utilizzando una soluzione che richiede una semplice connessione internet ed acquistando il servizio sulla base delle effettive necessità.”

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Articolo 1 di 4