Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Mobile Security 9.0: da Trend Micro, più sicurezza per i dispositivi mobili

pittogramma Zerouno

Mobile Security 9.0: da Trend Micro, più sicurezza per i dispositivi mobili

20 Nov 2013

di Redazione

Maggior controllo e gestione ottimizzata di device mobili, app e protezione dati grazie all’integrazione delle funzionalità di Control Manager e al Mobile Application Reputation Service.

Presentata da Trend Micro la versione 9.0 di Mobile Security, la soluzione che integra la protezione, la gestione dei dispositivi mobili, la protezione dei dati e la gestione delle applicazioni in un’unica soluzione, per garantire visibilità e controllo dei dispositivi mobili, delle applicazioni e dei dati a partire da una console centralizzata.

La piattaforma prevede livelli multipli di protezione dei dati – dalla crittografia, alla Dlp, al blocco e alla cancellazione da remoto – che, insieme ad altri strumenti, alle funzioni di sicurezza del dispositivo e alla gestione delle applicazioni, concorrono nel garantire la protezione dei dati aziendali.

Grazie all’integrazione con la console Trend Micro Control Manager, è possibile centralizzare i criteri e la gestione relativi alla sicurezza degli endpoint di OfficeScan e delle altre soluzioni del vendor, abilitando il deployment centralizzato delle policy e la visibilità rispetto alla sicurezza di endpoint, messaggi, web e gateway.

In questo modo, inoltre, la soluzione semplifica notevolmente la gestione della security e riduce i costi rispetto all’acquisto di singoli prodotti pensati solo per la sicurezza dei dispositivi mobili o per la gestione dei dati.

La soluzione permette ai responsabili It di attivare automaticamente le applicazioni sui dispositivi iOS, Blackberry e Android, controllando nel dettaglio quali app possono essere effettivamente installate.

Tra le principali novità della nuova release, l'integrazione con Mobile Application Reputation Service (Mars), che individua e analizza le applicazioni mobile per identificare attività sospette, utilizzo improprio delle risorse e violazioni della privacy. Queste informazioni possono essere messe in correlazione con gli inventari delle applicazioni degli utenti raccolte da Mobile Security ed è possibile definire policy mirate rispetto alle applicazioni considerate a rischio.

La soluzione fornisce agli It manager una visione complessiva rispetto a tutti gli utenti mobile, non solo quelli che hanno un agent Mobile Security installato sul proprio dispositivo. Ogni dispositivo che si connette attraverso ActiveSync può essere monitorato ed è possibile definire delle policy che si applicano anche a questi utenti.

Tra le altre feature inedite: il processo di registrazione avanzato degli utenti che consente di poter scegliere le modalità di registrazione dei propri dispositivi, email, accesso web e Qr Code; la funzionalità di blocco per i dispositivi Android che permette agli It manager di definire ed eliminare l’utilizzo da parte degli utenti Android di Wi-fi, 3G/4G, Tethering (uso di un telefono cellulare o di un altro dispositivo mobile con connessione Internet come gateway per offrire accesso alla Rete); la compliance basata su Exchange Access Control per definire policy che consentano di autorizzare o negare la connessione a Exchange in base al livello di compliance del dispositivo; l'implementazione facilitata grazie a Cloud Communication Server, un servizio in-the-cloud opzionale di Trend Micro che automatizza le comunicazioni e riduce la complessità dell’implementazione.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 4