Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Cloud: nuova partnership Poste Italiane – Microsoft

pittogramma Zerouno

Cloud: nuova partnership Poste Italiane – Microsoft

26 Giu 2013

di Redazione

In base agli accordi, i servizi Poste (Pec, firma digitale, conservazione sostitutiva) saranno integrati con Office 365, la suite di produttività e Ucc sulla cloud platform della Casa di Redmond. Rivolta a professionisti, Pmi e Pa, l’offerta sarà gestita direttamente attraverso gli uffici Posta impresa

Novità dal mondo cloud: in arrivo un’offerta tutta italiana rivolta a professionisti, Pmi e Pubblica amministrazione centrale e locale. Poste Italiane e Microsoft Italia, infatti, hanno siglato un accordo per cui i servizi Poste, ovvero Pec (Posta elettronica certificata), firma digitale e conservazione sostitutiva, saranno integrati con Office 365, la suite di produttività e unified communications sulla cloud platform della Casa di Redmond.

In dettaglio, ai servizi di virtualizzazione della banca dati del cliente, che sarà ospitato nel data center di Poste Italiane, e alla digitalizzazione della documentazione e dell’archivio cartacei, che potranno essere custoditi da remoto e conservare valore legale, si aggiungeranno quindi i servizi di comunicazione e collaborazione online offerti dalla piattaforma Microsoft, che riunisce i programmi Office, SharePoint Online, Exchange Online e Lync Online in un unico servizio in cloud accessibile sempre e da qualsiasi dispositivo, in modo flessibile e sicuro.

Secondo le affermazioni dei due partner, il nuovo pacchetto servirà ad aiutare professionisti e aziende a concentrarsi sui propri obiettivi di business, migliorando l'efficienza attraverso una serie di soluzioni di comunicazione avanzate e disponibili a costi accessibili. Proprio quello che serve per il rilancio della nostra imprenditoria nazionale, composta in gran parte da realtà di piccole dimensioni con budget It contenuti e per le quali tutte le soluzioni cloud in genere rappresentano potenzialmente un'efficace risposta.

“La partnership con Microsoft – ha commentato, infatti, l’amministratore delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi –  è un ulteriore passo compiuto dalla nostra azienda per dare adeguato sostegno alla crescita dei protagonisti della vita economica del Paese".

Di questo avviso anche Carlo Purassanta, Ad di Microsoft Italia: "Promuovere il processo di innovazione verso il cloud anche a livello italiano è fondamentale, soprattutto perché il cloud rappresenta una leva strategica per supportare la crescita delle Pmi e la modernizzazione del settore pubblico, due segmenti che possono fare la differenza all’interno dell’economia nazionale".

Secondo i dati rilasciati da Purassanta, a livello mondiale ormai quasi due terzi delle aziende stanno pianificando, implementando o utilizzando il cloud. In un'economia come quella italiana, il Gruppo Poste è sicuramente un valido interlocutore per promuovere le opportunità generate dal cloud anche tra le organizzazioni più piccole, proprio in virtù del radicamento territoriale e della vicinanza alle esigenze delle realtà locali (l’offerta commerciale relativa ai nuovi servizi sarà gestita da Poste Italiane attraverso la capillare rete di uffici Poste Impresa).

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Cloud: nuova partnership Poste Italiane – Microsoft

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4