Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Data recovery e GDPR, la Protezione Civile dell’Alto Adige ha scelto Commvault

pittogramma Zerouno

News

Data recovery e GDPR, la Protezione Civile dell’Alto Adige ha scelto Commvault

L’agenzia usa Commvault Hyperscale per una protezione scale-out dei dati e ha reso più semplice la conformità al GDPR grazie all’utilizzo di Commvault Activate e Commvault Orchestrate

02 Mag 2019

di Redazione

Massimizzare la disponibilità dei dati necessari per eseguire con successo le operazioni di salvataggio: era l’obiettivo dell’Agenzia per la Protezione Civile dell’Alto Adige che ha scelto di adottare Commvault HyperScale e Commvault Complete Backup & Recovery.
In particolare, nell’ambito della Provincia Autonoma di Bolzano, l’Agenzia per la Protezione Civile risponde a migliaia di richieste di assistenza ogni anno – da incendi e valanghe, fino a incidenti stradali e terremoti. La regione alpina conta una popolazione di 500.000 persone, che ogni si arricchisce di milioni di visitatori richiamati dalle numerose attività possibili sul territorio. In tale contesto, l’Agenzia ha implementato sei appliance Commvault Hyperscale per una protezione scale-out dei dati. Cinque di questi dispositivi sono stati collocati presso sedi differenti, tra uffici e datacenter. Una Commvault Remote Office Appliance viene utilizzata in un veicolo operativo mobile che può essere spostato nel caso di operazioni di emergenza che richiedano elevata disponibilità dei dati.

“Dobbiamo avere traccia delle azioni che vengono intraprese nel caso di una situazione di emergenza. Con la Remote Office Appliance possiamo proteggerci dalla perdita di dati con backup automatici e centralizzati” ha spiegato Stefan Hellweger, responsabile IT dell’Agenzia per la Protezione Civile.

L’Agenzia conta 210 dipendenti e 19.000 volontari, ed è responsabile anche delle informazioni meteorologiche e sul traffico della regione. Utilizzando la tecnologia Commvault per analizzare gli schemi meteo, l’Agenzia può proteggere meglio i propri team di salvataggio impegnati in operazioni di emergenza su un’area estesa 2800 miglia.

L’Agenzia ha anche reso più semplice la conformità al GDPR (General Data Protection Regulation), grazie all’utilizzo di Commvault Activate e Commvault Orchestrate.

“Con Commvault – ha continuato Hellweger – possiamo ricercare in modo semplice e veloce i dati personali salvati sui server virtuali, e nei file di backup. La nostra risposta a richieste GDPR è diventata più rapida, mentre governance e trasparenza sono migliorate.”

“Disporre di un punto di controllo unico per il data recovery – ha commentato Christian Lang, Vice President EMEA di Commvault – nel caso di operazioni di emergenza è fondamentale. È per noi motivo d’orgoglio collaborare con l’Agenzia per la Protezione Civile dell’Alto Adige per contribuire a garantire l’integrità e la disponibilità dei dati operativi, soprattutto quando i loro team sono chiamati a lavorare in situazioni di emergenza.”

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Backup
Data recovery e GDPR, la Protezione Civile dell’Alto Adige ha scelto Commvault

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4